cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 22:05
Temi caldi

Internet: Ciniero (Ibm), su Big Data fermi in folle, ora ingranare marcia

06 maggio 2014 | 16.15
LETTURA: 1 minuti

Roma, 6 mag. (Adnkronos)- E' vero "l'Italia è indietro" sul grande tema dei Big Data ed "è indietro come sistema Paese, come pubblica amministrazione e come sistema di imprese", eppure i Big Data "rappresentano anche la velocità con cui un Paese si muove e compete sul piano mondiale" e "noi siamo fermi in folle", per questo "ora è tempo di ingranare la marcia o rischiamo allargare troppo le distanze" con gli altri competitors. Così Nicola Ciniero, presidente e amministratore delegato di Ibm Italia, commenta con l'Adnkronos l'analisi di oggi del presidente del Cambridge Management Consulting Labs, Marco Carrai, sui Big Data e sulle sfide che l'Italia non può perdere.

I Big Data, ribadisce il numero uno di Ibm Italia, "è uno dei "capitoli portanti dell'Agenda Digitale", ma "siamo ancora indietro", anche se, aggiunge, "ora c'è consapevolezza che si tratta di uno strumento per la trasparenza e lo sviluppo del Paese". E non solo. "Carrai -sottolinea Ciniero- ha delineato molto bene anche il tema delle nuove occupazioni e professionalità" perchè, spiega, "se parliamo di data scientists nessuno sa chi siano". Dunque il tema dei Big Data si collega anche alla formazione specialistica che rischia di segnare il passo.

"Come Ibm -ricorda Ciniero- abbiamo rilevato questo gap e con il Politecnico di Milano abbiamo stretto un accordo e realizzato corsi di specializzazione fornendo i nostri esperti e le nostre tecnologie per la formazione dei giovani". "E' una innovativa cooperazione pubblico-privato per il progresso e la crescita del Paese" afferma. Ciniero però concorda sul rischio che queste competenze vadano poi perse. "Sì il problema della 'fuga' all'estero di questi nuovi professionisti è reale e va arginato. Se ne vanno -spiega- perchè non hanno un terreno imprenditoriale fertile pronto ad accoglierli". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza