cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 23:16
Temi caldi

Papa: l'aristocrazia intellettuale e' senza cuore

13 maggio 2014 | 11.33
LETTURA: 1 minuti

'Le cose di Dio non si capiscono solo con la testa'

Citta' del Vaticano, 13 mag. - (Adnkronos) - "Orgoglioso, sufficiente, superbo, staccato dal popolo, aristocratico dell'intelletto": cosi' Papa Francesco, nell'omelia della messa celebrata nella Domus Santa Marta in Vaticano descrive il gruppo degli "intellettuali", di quei "dottori della legge con i quali Gesu' ha sempre avuto problemi" perchè "non finivano mai di capire, giravano sulle stesse cose, credevano che la religione era una cosa soltanto di testa e di leggi, che bisognava compiere i comandamenti e niente di piu'. Tutto era nella testa, tutto è intelletto: in questa gente non c'è il cuore, non c'è l'amore, la bellezza, l'armonia; è gente che vuole soltanto spiegazioni".

Prosegue il Papa: "Anche quando gli dai spiegazioni, loro non convinti tornano con un'altra domanda e cosi' girano e girano. Come hanno girato attorno a Gesu' per tutta la vita, fino al momento in cui sono riusciti a prenderlo e a ucciderlo. Questi non aprono il cuore e credono che anche le cose di Dio si possano capire soltanto con la testa, con le proprie idee. Sono orgogliosi e credono di sapere tutto e che quello che non entra nella loro intelligenza nno è vero. Tu potresti anche resuscitare un morto davanti a loro ma essi non credono".

Questa gente, ricorda Francesco, "si era staccata e non credeva nel popolo di Dio. Credeva soltanto nelle sue cose e cosi' aveva costruito tutto un sistema di comandamenti -sottolinea il Papa- cacciavano via la gente e non la lascivano entrare nella Chiesa, nel popolo. Non potevano credere e questo è il peccato di resistere allo Spirito Santo e di chiudere le porte. Piu' che testardaggine, è avere il cuore duro e questo è piu' pericoloso".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza