cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Crisi: Ilo, in alcuni Paesi ha rafforzato sostegno a famiglie

13 maggio 2014 | 11.31
LETTURA: 1 minuti

Rapporto su maternita' e paternita' nel lavoro nel mondo

Ginevra, 13 mag. (Adnkronos/Labitalia) - Contro ogni aspettativa, in alcuni paesi la crisi economica globale è servita a rafforzare il sostegno alle famiglie. E' quanto sostiene il rapporto dell'Ilo 'Maternità e paternità nel lavoro: legislazioni e prassi nel mondo'. Secondo il rapporto, la crisi iniziata nel 2008 ha portato a drastici tagli della spesa pubblica ma anche a un cambiamento positivo nelle politiche in materia di conciliazione lavoro-famiglia.

Nel quadro degli sforzi di consolidamento fiscale, alcuni paesi come l'Estonia e la Lituania hanno ridotto la durata del congedo di maternità e di paternità o hanno ridotto le prestazioni, anche se solo temporaneamente. In altri paesi, come la Grecia, la Lettonia e la Romania, la riduzione del salario minimo o l'indebolimento del sistema di contrattazione collettiva, causati dall'introduzione di nuove leggi seguite alle misure di austerità, hanno portato a una riduzione del livello delle prestazioni di maternità.

Il Rapporto sottolinea anche il persistere della discriminazione della maternità in tutto il mondo, esacerbata spesso dalla crisi economica. In Croazia, Italia e Portogallo viene riportato l'utilizzo delle dimissioni in bianco, ovvero lettere di dimissioni non datate che le lavoratrici sono costrette a firmare al momento dell'assunzione. Queste vengono poi utilizzate in caso di gravidanza delle lavoratrici, in casi di malattie prolungate o responsabilità familiari di varia natura. In Spagna, si attribuisce alla crisi la responsabilità di licenziamenti o casi di molestie legate al lavoro. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza