cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Alitalia: AF avverte, se Etihad ostile pronti a ridurre impegno/Adnkronos

20 maggio 2014 | 19.39
LETTURA: 1 minuti

da noi stesse condizioni della compagnia araba

Roma, 20 mag. - (Adnkronos) - Air France-Klm leva gli scudi contro il rischio di un'operazione ostile da parte di Etihad. Mentre si attende il verdetto della compagnia emiratina sulle risposte fornite da Alitalia, il gruppo franco-olandese gioca d'anticipo e preannuncia un passo indietro, con un ulteriore disimpegno nell'ex compagnia di bandiera italiana, se l'eventuale matrimonio dovesse creargli problemi. Parla chiaro il ceo e direttore generale di Air France-Klm, Alexandre De Juniac, che rivolto agli azionisti in assemblea, puntualizza la posizione del gruppo sul dossier Alitalia-Etihad, pur non anticipando quelle che saranno le mosse concrete.

"Se l'operazione di Etihad in Alitalia sara' amichevole e sara' fatta in sintonia con noi, potremmo riflettere sull'eventualita' di fare qualcosa con la compagnia di Abu Dhabi, anche perche' con Alitalia abbiamo una partnership molto positiva. Se invece sara' un'operazione ostile dovremo riflettere se ritirarci in modo piu' significativo", avverte De Juniac che non perde neanche l'occasione per ricordare le condizioni che aveva posto Air France per partecipare alla ricapitalizzazione di Alitalia nell'autunno scorso. Come è noto, la condizione numero uno era la ristrutturazione del debito della compagnia, che, come è noto, è il principale requisito posto da Etihad per poter arrivare a un accordo con Alitalia.

Oltre a questo, c'erano misure per il contenimento del costo del lavoro. Allo stesso modo, anche il piano di Etihad prevederebbe incisivi interventi su questo fronte, e, anche se le carte a riguardo rimangono ancora coperte, la stima è quella di esuberi di personale compresi tra le 2.600 e le 3000 unità. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza