cerca CERCA
Domenica 02 Ottobre 2022
Aggiornato: 14:50
Temi caldi

Fi: Rossi neo tesoriere, per statuto gestira' cassa e firmera' liste elettorali

20 maggio 2014 | 19.36
LETTURA: 1 minuti

Sul tavolo grana dipendenti e affitti, in carica fino a Consiglio nazionale

Roma, 20 mag. (Adnkronos) - E' una presenza fissa a palazzo Grazioli e ad Arcore. Unica altra donna autorizzata da Francesca Pascale ad aggirarsi in pianta stabile nella residenza romana e nel buen ritiro milanese di Silvio Berlusconi. Maria Rosaria Rossi, classe '72, da Piedimonte Matese in provincia di Caserta, senatrice, è una delle fedelissime del Cav. Da anni assistente personale del leader azzurro, nominata 'capo dello staff presidenziale' nel febbraio scorso, oggi acquista un ruolo di primissimo con la nomina ad amministratore straordinario di Forza Italia, al posto del dimissionario Sandro Bondi.

Una svolta non da poco conto nella geografia interna del partito. Che rafforza il cosiddetto cerchio magico e fa storcere ancor di più il naso alla 'vecchia guardia', che accusa il duo Rossi-Pascale di aver avviato la 'scalata' al potere berlusconiano. Statuto alla mano, il neo tesoriere sulla carta sarà il vero dominus del movimento azzurro, anche se di fatto ogni suo passo verrà monitorato dal leader Berlusconi, che è anche presidente di Forza italia e, quindi, il vero amministratore unico. Rossi avrà un incarico non facile, in tempo di crisi e tagli al finanziamento pubblico dei partiti. Dalle sue mani passeranno anche i fondi destinati ai gruppi parlamentari e le donazioni.

Secondo l'articolo 46, la senatrice azzurra, oltre a vigilare sulle casse, avrà la rappresentanza legale del partito, anche in giudizio, e il potere di usare il simbolo del partito e di presentare le liste elettorali. Gestirà, insomma, i cordoni della borsa pro-tempore, almeno fino alla convocazione del prossimo Consiglio nazionale (l'ultimo è stato celebrato il 16 novembre del 2013 per sancire il congelamento del Pdl e la rinascita di Fi). Con il passaggio di consegne di oggi, Rossi si ritroverà sul tavolo varie gatte da pelare. A cominciare dalla tormentata questione dei dipendenti Fi, con gli stipendi da pagare: si tratta di una cinquantina di persone per un ammontare complessivo che resta top secret. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza