cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Ilva: Bonelli, sentenza atto accusa durissimo per chi ha ignorato disastro

23 maggio 2014 | 17.38
LETTURA: 1 minuti

la politica collusa, omissiva e connivente ha avvelenato Taranto

Roma, 23 mag. (Adnkronos) - "Quella di oggi e' una sentenza nel nome del popolo inquinato che rappresenta un atto d'accusa nei confronti di una classe politica omissiva, silente, connivente e che con l'assenza dei controlli ha consentito in questi anni che i lavoratori morissero e che un'intera città venisse contaminata. Quella stessa classe politica che ancora oggi vuole condannare Taranto ai veleni e non si impegna per la conversione industriale come hanno fatto altri paesi europei". Lo afferma in una nota il leader dei Verdi Angelo Bonelli che si sta recando a Taranto per un comizio nel quartiere Tamburi dove si concludera' la campagna elettorale del leader ecologista.

"Nessun leader politico e' venuto a Taranto: non ci sono venuti ne' Grillo, ne’ Renzi al quale dico dico che andare a Taranto dopo le elezioni e' troppo facile e sa di beffa. La sentenza di oggi certifica la sconfitta delle istituzioni che non hanno fatto quello che avrebbero dovuto nei confronti di un disastro senza fine -conclude Bonelli-.Quello che non ha fatto le istituzioni lo ha fatto la magistratura e continueranno a farlo il 19 giugno quando il Tribunale di Taranto deciderà sul rinvio a giudizio di 52 persone fra i quali il presidenete della Regione Vendola e il sindaco di Taranto Stefano per l'inchiesta Ambiente Svenduto".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza