cerca CERCA
Lunedì 26 Settembre 2022
Aggiornato: 19:50
Temi caldi

Mostre: arte e poesia all'Auditorium Roffredo Caetani di Latina

23 maggio 2014 | 12.10
LETTURA: 1 minuti

Progetto Anello per un dialogo tra autori alla ricerca di soluzioni creative diverse

Latina, 23 mag. - (Adnkronos) - "Anello" e' il titolo della mostra che verrà inaugurata oggi alle 17 presso l'"Auditorium Roffredo Caetani" del Conservatorio Statale di Musica Ottorino Respighi di Latina. Le opere degli artisti Ennio Alfani, Franca Bernardi, Antonio Capaccio, Tommaso Massimi, Arnaldo Sanna, Giuseppe Tabacco e un poemetto di Silvia Bre, Claudio Damiani, Valerio Magrelli saranno i protagonisti dell'esposizione che si svolge nell'ambito del progetto 'Brecce per l'arte contemporanea', a cura di Antonio Capaccio, all'interno del Festival 2014 'Le forme del suono'.

Anello è un progetto, fra arte e poesia, che trova il proprio fondamento nella disposizione al dialogo di tutti gli autori che vi partecipano, spiegano gli organizzatori in una nota, i quali sono chiamati a lavorare insieme, a confrontarsi e cercare soluzioni creative comuni. Sei artisti hanno realizzato una lunga serie di opere in collaborazione. Ciò è avvenuto in forme molteplici: sia attraverso l’adozione di medesime tecniche e modalità operative, sia mediante il prelievo, la trasfigurazione o la fusione di elementi, o condividendo intenti ideativi e progettuali. Ogni opera è dunque lavoro di più artisti, in un intreccio di voci che disegna l’anello.

Tre poeti hanno composto insieme un unico poemetto, scambiandosi più volte il testimone del verso. Ciascuno, i poeti come gli artisti, continuano gli organizzaztori, sembra aver affrancato e disciolto il proprio gesto da ogni residua aspettativa del mondo, nella disposizone all’accoglienza e nel dialogo con l’altro. Ma la risolutezza di questo incedere comune può fiorire soltanto fra coloro che sanno di non confondersi gli uni con gli altri. Così, nella loro purezza, queste opere ci appaiono vicine al cerchio ermetico di una libera creazione. L’intreccio e il confronto tra i diversi linguaggi, musica, arte, poesia, libera la creatività più autentica da distinzioni specialistiche che sono spesso improduttive, e dai pregiudizi e i condizionamenti di un’eccessiva autoreferenzialità.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza