cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 21:39
Temi caldi

Crisi: cresce percentuale di chi torna alla terra cambiando vita e mestiere

23 maggio 2014 | 17.49
LETTURA: 1 minuti

Casa.it, a maggio prezzo casali sceso del 13,2% in Umbria e del 22,4% in Toscana

Milano, 23 mag. (Adnkronos)- Dopo decenni di svuotamento delle campagne a favore dei grandi centri urbani, c’è una generazione di dottori in scienze agrarie, economia e commercio, marketing, architettura, farmacia e scienze dell'educazione che compie il percorso inverso, facendo ritorno alla terra per realizzare un progetto di vita e d’impresa. Secondo uno studio della Coldiretti oggi il 36,5% degli imprenditori agricoli è laureato o laureando. Inoltre, secondo rilevazioni della Confederazione Italiana Agricoltori, il 90% degli agricoltori sotto i 30 anni è in possesso di un titolo di studio medio-alto.

Si tratta di giovani colti e attivi che non temono il relativo isolamento, la scomodità degli spostamenti sulla rete viaria secondaria e il digital divide pur di trovare spazio e reinventarsi una vita in campagna. Quanto costa e dove conviene acquistare un fabbricato rurale (casale, cascina, masseria, rustico, baglio) in cui andare a vivere e iniziare un’attività?

Secondo Casa.it disponibilità e prezzi variano da regione a regione, ma nel complesso la situazione di mercato è favorevole a chi ha disponibilità economiche per effettuare un investimento. "Rispetto al 2007, ultimo anno pre-crisi -spiega Daniele Mancini, amministratore delegato di Casa.it- i valori massimi per questa tipologia di immobili hanno subito una discesa che a maggio si è attestata tra il -13,2% dell’Umbria e il -22,4% della Toscana. Inoltre, la combinazione tra un’offerta ricostituita e in crescita e una domanda debole offre l’opportunità di concludere un acquisto di valore a prezzi ragionevoli". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza