cerca CERCA
Lunedì 26 Settembre 2022
Aggiornato: 20:54
Temi caldi

Chiesa: il neo vescovo Fabene, collegialita' e comunione

30 maggio 2014 | 17.27
LETTURA: 1 minuti

il sotto-segretario del Sinodo, confronto reciproco e ascolto delle famiglie

Città del Vaticano, 30 mag. (Adnkronos) - Collegialità e comunione. Sono queste le caratteristiche dalle quali non può prescindere un vescovo. Ne parla monsignor Fabio Fabene, neo vescovo e sotto-segretario del Sinodo dei Vescovi. "Ogni vescovo è chiamato a vivere e a esercitare il suo ministero nella comunione episcopale e in quella collegialità affettiva che vige sempre tra i vescovi", afferma il presule all'Osservatore Romano.

Il neo vescovo parla del Sinodo di ottobre che avrà al centro il tema della famiglia: "ll confronto reciproco e l’ascolto delle famiglie stesse aiuteranno i vescovi nei lavori sinodali e nel consegnare al successore di Pietro i loro suggerimenti e le loro proposte, affinché egli possa indicare alla Chiesa vie e modi per annunciare il Vangelo della famiglia nel nostro tempo. Il lungo percorso sinodale già iniziato con il documento preparatorio e le numerose risposte pervenute dalle conferenze episcopali del mondo al questionario, mi sembra che rappresenti già un esercizio concreto della collegialità episcopale, che vede impegnati i vescovi e il Papa con le loro rispettive responsabilità verso la Chiesa". Il nuovo incarico di Fabene coincide con un periodo in cui il Sinodo dei vescovi si prepara a celebrare due importanti assemblee sulla famiglia, tema centrale che suscita molte aspettative. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza