cerca CERCA
Sabato 01 Ottobre 2022
Aggiornato: 10:45
Temi caldi

Mose: Angeletti, combattere corruzione senza fermare lavori

04 giugno 2014 | 13.03
LETTURA: 0 minuti

Roma, 4 giu. - (Adnkronos) - ''Si può combattere la corruzione senza distruggere le cose da fare. Bisogna trovare norme che colpiscano gli imprenditori che corrompono e i politici e gli amministratori che si fanno corrompere, ma non fermare i lavori che sono un bene di tutti''. E' quanto ha affermato il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, commentando gli arresti dell'inchiesta sul Mose di Venezia, a margine del convegno sul Patto di Roma firmato il 4 giugno 1944.

''Non capisco perchè tutti gli italiani -ha aggiunto Angeletti- debbano pagare la corruzione di pochi''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza