cerca CERCA
Lunedì 26 Settembre 2022
Aggiornato: 20:47
Temi caldi

Estate: contro morsi vipera niente panico e chiamare soccorsi, vademecum (2)

09 giugno 2014 | 15.03
LETTURA: 1 minuti

Cosa fare e cosa no, vietato mettere lacci, incidere o succhiare veleno

(Adnkronos Salute) - In base ai suggerimenti degli esperti del Cv di Pavia, ecco dunque le regole del vademecum anti-vipera:

1) Prevenire il morso. Durante le passeggiate in zone a rischio, evitare di spostare massi, tronchi o di mettere le mani in anfratti rocciosi, fra l'erba o nei cespugli. E' sempre meglio, poi, 'avvertire' della nostra presenza muovendo l'erba con un bastone prima di passare o di sedersi. La vipera, infatti, morde quando colta di sorpresa;

2) Chiamare immediatamente i soccorsi telefonando al 118, o recarsi nell'ospedale più vicino se ne esiste uno nei pressi;

3) Evitare assolutamente di posizionare lacci o praticare incisioni nella sede del morso, o di cercare di aspirare o succhiare il veleno;

4) Cercare di muovere il meno possibile l'arto colpito dal morso: se è la gamba gamba meglio evitare di camminare, se è il braccio legarlo al collo per tenerlo fermo;

5) E' sempre indicata la valutazione presso un servizio ospedaliero dove, anche grazie alla consulenza dei centri antiveleni, verrà impostata la terapia sintomatica più adatta al singolo caso, e si decideranno la tipologia e i tempi del monitoraggio clinico. A seconda della natura del morso e di come evolve l'avvelenamento, si va dalle 12 ore di osservazione, fino a diversi giorni di ricovero e trattamento.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza