cerca CERCA
Sabato 01 Ottobre 2022
Aggiornato: 07:17
Temi caldi

Foggia: Landella (Fi) vince per 400 voti, oltre 1.300 schede nulle

09 giugno 2014 | 10.11
LETTURA: 1 minuti

8 contestate e non assegnate, non si esclude richiesta di riconteggio

Foggia, 9 giu. (Adnkronos) - Era la sfida più incerta in Puglia e tale si è rivelata: al ballottaggio per la scelta del nuovo sindaco di Foggia ha prevalso per poche centinaia di voti Franco Landella, candidato del centrodestra, con il 50,33% (27.839 voti). Al primo turno aveva ottenuto il 32,41% (27.075 voti). Il suo avversario del centrosinistra, Augusto Marasco, ha preso il 49,67% (27.473 voti). Al primo turno il risultato per lui segnava il 29,89% (24.974 voti). Si pensava che il sostegno a Marasco, non tradottosi in un apparentamento ufficiale, da parte del terzo arrivato, l'assessore regionale Leonardo Di Gioia, che aveva ottenuto oltre il 18% dei consensi il 25 maggio, avrebbe potuto far pendere la bilancia dal lato dell'ex assessore comunale all'Urbanistica e invece così non è stato. La differenza tra Landella e Marasco ammonta a meno di 400 voti.

Ma al secondo turno oltre a 245 schede bianche (lo 0,43%), ci sono state anche 1.385 nulle (il 2,43%) e 8 contestate e non assegnate (0,01 %). Non esclusa una possibile richiesta di riconteggio. Lo scrutinio è stato un 'testa a testa'. Evidentemente ha contato di più il sostegno a Landella di altri candidati sindaci e, forse, ha influito qualche divisione di troppo nello schieramento avversario. Anche a Foggia è molto calata l'affluenza, anche se in maniera meno clamorosa che a Bari: dal 70,43% degli aventi diritto del primo turno al 45,55% di ieri.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza