cerca CERCA
Domenica 02 Ottobre 2022
Aggiornato: 13:31
Temi caldi

Calabria: assessore regionale ed ex sindaco favorirono imprenditori vicini a cosche

10 giugno 2014 | 13.23
LETTURA: 1 minuti

Cosenza, 10 giu. (Adnkronos) – L’assessore regionale all’Agricoltura Michele Trematerra avrebbe posto in essere “una serie di condotte materiali e procedimentali amministrative a favore dell’associazione” e in particolare “a favore degli imprenditori facenti parte della cosca medesima Salvatore Gencarelli, Antonio Gencarelli, Carmine Pedace e Luigino Terranova e delle rispettive società”. E’ questa l’accusa ipotizzata dalla Procura distrettuale antimafia di Catanzaro nei confronti del politico calabrese, finito nell’inchiesta per concorso esterno in associazione mafiosa. L’elemento di collegamento tra i soggetti ritenuti vicini alla criminalità organizzata e le istituzioni sarebbe stato l’ex consigliere comunale di Acri Angelo Gencarelli, oggi nella struttura regionale dell’assessore. La stessa accusa formulata nei confronti di Trematerra viene rivolta all’ex sindaco facente funzioni Luigi Maiorano.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza