cerca CERCA
Sabato 01 Ottobre 2022
Aggiornato: 07:16
Temi caldi

Riforme: Boschi ottimista, ma scoppia caso Mauro/Il Punto (3)

10 giugno 2014 | 19.20
LETTURA: 1 minuti

Chiti, con rimozione Mauro ci si mette su brutta strada

(Adnkronos) - A Mauro ribatte il subentrante Lucio Romano: "Comprendo l'amarezza del senatore Mauro, ma lo invito a riflettere sulla natura del contendere. È del tutto legittimo avere opinioni differenti in un gruppo e sarà mia cura garantire sempre la libertà di espressione del dissenso, ma è altrettanto legittimo che la maggioranza possa chiedere di essere rappresentata quando si discutono materie rilevanti. Ogni altra interpretazione, certamente personalizzata, è del tutto avulsa dalla realtà dei fatti", sottolinea.

A schierarsi invece con il senatore Pd, sono i dem critici sulla riforma proposta dal governo. In primis, Vannino Chiti. "La rimozione del senatore Mauro dalla commissione Affari Costituzionali lascia sconcertati. Sono messe in discussione autonomia e responsabilita' del ruolo dei parlamentari sancite dalla Costituzione. Ci si sta mettendo su una brutta strada".

Quanto a Corradino Mineo per il quale, nei giorni scorsi, si era profilata un'analoga ipotesi di sostituzione, ribadisce che non ha alcuna intenzione di dimettersi. Chiti parla anche del collega Pd Mineo: "Il problema -dice Chiti- non sono Mauro, Mineo o i cosiddetti 'aghi della bilancia': se il Pd vuole per la riforma della Costituzione un asse esclusivo con Forza Italia e Forza Italia vota, i numeri in Parlamento ci sono. Se Forza Italia non ci sta o saggiamente tutti ritengono che sulla Costituzione e la legge elettorale sia da ricercare un consenso piu' ampio, quello che serve e' un confronto e un dialogo reali, non ricercare scorciatoie di tipo autoritario, che non portano a niente", sottolinea il senatore Pd. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza