cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Notizie Flash: 1/a edizione - La cronaca

12 giugno 2014 | 13.02
LETTURA: 1 minuti

Città del Vaticano. Una buona dose di ''sano realismo'' aiuta a trovare il ''coraggio di fare accordi di pace per fermare l'odio''. Papa Francesco lo sottolinea nell'omelia della messa celebrata alla Domus Santa Marta in Vaticano, riferendosi soprattutto ai conflitti fra singole persone ma richiamando indirettamente le sue parole, pronunciate domenica scorsa durante l'invocazione per la riconciliazione in Terra Santa, quando davanti ai presidenti di Israele e Palestina ha affermato che ''ci vuole più coraggio a fare la pace che non a fare la guerra''. Il primo criterio che indica il Papa per raggiungere un accordo di pace è quello del ''sano realismo: se tu hai qualcosa contro un altro che non puoi sistemare, cerca una soluzione, metteti d'accordo con il tuo avversario mentre sei in cammino. Non sarà l'ideale ma l'accordo è una cosa buona, è sano realismo'', spiega Francesco. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza