cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

***Agenda settimanale cultura e spettacoli *** (2)

13 giugno 2014 | 17.53
LETTURA: 1 minuti

Al Teatro Eutheca e al Vascello di Roma 'E.sperimenti Dance Company'

(Adnkronos) - Debutto romano per 'E.sperimenti Dance Company': accompagnata da due compagnie ospiti, 'The Clouds Dance Collective' e 'Cie Linee Distorte', la nuova compagnia di 'GDO-Gruppo Danza Oggi' presenterà il suo lavoro da domenica al 17 giugno, durante tre serate racchiuse sotto il titolo 'E.sperimenti Dance Craft' e divise tra il Teatro Eutheca (domenica 15) e il Teatro Vascello (lunedì 16 e martedì 17).

Tre intensi giorni di spettacoli e workshops, durante i quali il giovane ensemble nato dall’entusiasmo creativo di ex danzatori di Botega Dance Company, eccellenze italiane che hanno rappresentato a lungo l’Italia in tutto il mondo, Expo 2012 compreso, proporrà per la prima volta a Roma 'Per…inciso', lavoro che spazia dagli anni ’60 ad oggi, tra melodie care al pubblico italiano da Modugno a Guccini, da De Andrè a Gaber, da Capossela a Jovanotti, un estratto di Hopera, novità assoluta di uno spettacolo sulle arie di Verdi, Leoncavallo, Mozart, Rossini, Beethoven, che debutterà nella versione integrale il prossimo autunno, e 'Batucada', lavoro coreografico firmato da Loris Petrillo che fa riferimento allo stile percussivo brasiliano dalle origini africane.

I nove danzatori di 'E-sperimenti Dance Company', guidati dai coreografi e interpreti Mattia De Virgiliis, Francesco Di Luzio e Federica Galimberti, sono tutti performer di diversa estrazione artistica, con un background tecnico contaminato da contemporaneo, hip hop e floorwork. Completano il programma delle tre serate romane 'Antigone', pièce coreografica proposta dai danzatori del collettivo 'The Clouds', un vero piccolo ensemble hip hop alternativo che approfondisce con qualità teatrale e contenuti le linee culturali della danza urban, e 'Co(i)nvolti', lavoro che la compagnia 'Cie Linee Distorte' nata nel 2013 dall’unione di quattro giovani danzatori con esperienze e formazioni comuni nell’ambito della danza contemporanea (Emanuel Gat, Roberto Castello), mette in scena utilizzando un linguaggio ironico e leggero. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza