cerca CERCA
Sabato 01 Ottobre 2022
Aggiornato: 09:38
Temi caldi

***Agenda settimanale cultura e spettacoli *** (6)

13 giugno 2014 | 17.53
LETTURA: 1 minuti

Al Parco della Musica la tromba di Bosso diretta da Marshall

(Adnkronos) - L'Auditorium Parco della Musica di Roma accoglierà domani 14, lunedi 16 e martedì 17 giugno Fabrizio Bosso, che porterà la tromba solista in tre concerti diretti da Wayne Marshall. Saliranno sul palco anche Petra Magoni, l’orchestra e il coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e la PMJO Parco della Musica Jazz Orchestra, per la prima volta insieme in tre serate dedicate a due grandi classici del jazz sinfonico: i 'Sacred Concerts' di Duke Ellington e la 'Swing Symphony' di Wynton Marsalis.

I 'Sacred Concert' rappresentano il punto culminante nell'iter artistico di Duke Ellington: summa della sua opera in cui sono comprese tutte le sue idee tecniche e stilistiche acquisite nel tempo e nuovi elementi quali l'uso del coro, del jazz modale degli anni sessanta e settanta, del canto recitativo in forma di reading poetico con profonde influenze gospel. La 'Swing Symphony', invece, scritta da Wynton Marsalis nel 2010, è una composizione in cui il ritmo trascinante dello swing sposa una struttura classica eseguita da un’orchestra sinfonica. L'autore e trombettista statunitense, 'Doctor of Music' alla Harvard University, spicca nel panorama mondiale per nove Grammy Award e il Premio Pulitzer per il jazz.Protagonista delle serate sarà Fabrizio Bosso, il trombettista che diplomatosi a 15 anni al conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, ha proseguito i suoi studi al St. Mary College di Washington DC, e che oggi vanta 16 dischi incisi, collaborazioni con Claudio Baglioni e Sergio Cammariere e numerosi partecipazioni a festival, da Sanremo all'Umbria Jazz.

Accompagnerà Bosso, la PMJO Parco della Musica Jazz Orchestra, orchestra jazz residente dell’Auditorium Parco della Musica, che nel corso di questi anni ha proposto progetti originali e numerosi dischi, collaborando con i più importanti artisti della scena internazionale ed esibendosi in Spagna, Olanda, Francia, Germania, Austria, Argentina, Messico. A coordinare le serate sarà Wayne Marshall, direttore d’orchestra, pianista e organista, versatile musicista della scena internazionale, che passa dal repertorio classico fino al musical e al jazz. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza