cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Fdi: Crosetto, sono coordinatore 'a termine', giovani si facciano avanti

13 giugno 2014 | 17.53
LETTURA: 1 minuti

Roma, 13 giu. (Adnkronos) - "Odio i partiti in cui la classe dirigente resta sempre la stessa. Io per primo dico che deve crescere una classe dirigente giovane. In questo senso considero il mio mandato a termine. Oggi magari c'è un trentenne che fra qualche anno può ambire a diventare presidente del Consiglio. Un processo del genere va favorito". Lo ha detto il coordinatore di Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale Guido Crosetto, parlando con i giornalisti a margine della direzione del partito dedicata all'analisi del voto europeo e amministrativo.

Su quest'ultimo fronte, dal palco, Crosetto aveva 'strigliato' la platea chiedendosi se "stiamo perseguendo gli obiettivi che avevamo, o se rischiamo di replicare in piccolo gli errori del partito da cui ci siamo staccati, il Pdl. Siamo sicuri di aver fatto passare il nostro messaggio in difesa delle imprese, delle partite Iva, delle famiglie tartassate dal fisco e da Equitalia? Possiamo essere solo noi stessi gli ostacoli che si frappongono alle nostre ambizioni migliori".

L'ex sottosegretario alla Difesa ha sottolineato che "dobbiamo correggere molte cose" perché "lasciare nei recinti i nostri cavalli migliori non serve a nessuno". Un riferimento alle rivalità interne (malgrado le buone performance in Basilicata, Umbria, Friuli) e a qualche amarezza riservatagli nella corsa per la presidenza del Piemonte. Verso la conclusione del suo intervento, a proposito del suo ruolo di coordinatore, ha detto: "Non so se continuerò a farlo, ci sono riflessioni da fare anche sul piano umano".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza