cerca CERCA
Giovedì 29 Settembre 2022
Aggiornato: 21:49
Temi caldi

Toscana: nautica regione sbarca in Cina (2)

17 giugno 2014 | 17.39
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos/Labitalia) - Visun Tuscany Yachting è destinato a diventare il più importante centro di servizi per il ‘refit’ delle imbarcazioni da diporto, in altre parole un centro specializzato nella manutenzione ordinaria e straordinaria delle imbarcazioni. Il progetto conta su un investimento da 30 milioni di euro, di cui la Toscana detiene il 51% del capitale, ma interamente finanziato dal cinese Visun Group. Un investimento che si prevede potrà attivare un fatturato annuo 25-30 milioni di euro.

Le aziende, tutte appartenenti alla filiera della nautica, sono: Yachtica, Viareggio Supply Service, Tecnopol, Arredomare, Francesco Virdis. Con la società cinese Visun Group, le cinque aziende realizzeranno a Sanya, sull’isola tropicale di Hainan, due aree di refit per grandi imbarcazioni. La prima, un centro servizi di 10 mila metri quadrati, è stata inaugurata nel marzo scorso. Entro il 2015 nascerà un secondo centro, per barche più grandi, in un’area di 60 mila metri quadrati. Il Visun Tuscany Yachting diventerà così il più importante centro di refitting del Sud Est asiatico.

L’assessore Simoncini ha ricordato che “il settore ha risentito delle difficoltà di mercato legate alla crisi mondiale in atto, con l’eccezione del settore dei megayacht che ha registrato positive performance”. “E’ per questo che la Regione ha costituito, in attuazione di quanto previsto dal Piano regionale di sviluppo, un distretto integrato della nautica cui spetta il compito di coordinare le politiche per la promozione dell’intera filiera, in sinergia con il polo d’innovazione e con una particolare attenzione proprio al promettente campo del refitting”, ha concluso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza