cerca CERCA
Giovedì 29 Settembre 2022
Aggiornato: 21:49
Temi caldi

Brasile 2014: Zamorano avverte il Cile, per la Spagna ultima chiamata

17 giugno 2014 | 17.43
LETTURA: 1 minuti

'Giocatori iberici hanno esperienza necessaria per gestire tensione dopo ko con l'Olanda'

Belo Horizonte, 17 giu. - (Adnkronos/Dpa) - "Ultima chiamata" per la Spagna contro il Cile domani nella sfida del Maracanà. Ne è convinto l'ex attaccante de 'La Roja', Ivan Zamorano che commenta così la sfida del girone B. "Difficile dire cosa passerà nella testa degli spagnoli dopo la sconfitta contro l'Olanda ma questa è un'altra gara", afferma l'ex interista in una intervista alla Dpa.

"C'è da considerare che tutti i giocatori militano in grandi squadre e hanno l'esperienza necessaria per gestire al meglio le emozioni -sottolinea l'ex giocatore di Siviglia e Real Madrid che torna sul clamoroso 1-5 subito dai campioni del mondo in carica contro gli 'orange'-. Si è trattato di una giornata no contro una grande squadra. I giocatori sono preparati alle sconfitte e alle vittorie, l'unica cosa che non si deve perdere sono le motivazioni. Il calcio ti offre sempre l'occasione per il riscatto, e quella della Spagna si chiama Cile".

"Per loro è l'ultima chance, una vera e propria finale", aggiunge Zamorano che poi torna sulla definizione data dal ct Vicente Del Bosque al gioco del Cile definito "suicida". "Il Cile è una nazionale che gioca e vince attuando un gioco spregiudicato dove tutti corrono e lottano per portare a casa il risultato, in questo non mi pare ci sia nulla di suicida".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza