cerca CERCA
Sabato 01 Ottobre 2022
Aggiornato: 09:42
Temi caldi

Foggia: traffico di droga e spari in pizzeria, un arresto

18 giugno 2014 | 18.42
LETTURA: 1 minuti

Foggia, 18 giu. (Adnkronos) - Si erano presentati nella pizzeria-sala da ballo 'Il Gufo' di Borgo Segezia, a Foggia, frequentata abitualmente da immigrati dell'est europeo, armati di fucile e pistola, e li' avevano sparato ad altezza d'uomo attraverso le finestre del locale. Dopo aver esploso vari colpi anche contro le auto in sosta nel parcheggio, gli autori dell'agguato si erano allontanati a bordo di una Audi di grossa cilindrata con targa straniera. Il fatto risale allo scorso 4 settembre, ma oggi i carabinieri della Compagnia di Foggia hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per tentato omicidio e detenzione illegale di arma da sparo a carico dell'albanese Ismail Hasani, 30 anni.

Grazie anche alle informazioni di tutti i presenti il movente dell'episodio e' stato ricondotto a contrasti sorti tra albanesi dediti al traffico di sostanze stupefacenti. In particolare l'agguato era collegato con quanto avvenuto nello stesso locale qualche giorno prima, quando agenti della Questura di Foggia erano intervenuti a seguito dell'aggressione subita da un albanese da parte di un gruppo di connazionali. Sono stati decisivi i testimoni, le intercettazioni e le analisi dei tabulati telefonici, per individuare uno dei presunti responsabili della 'spedizione punitiva'.

L'uomo avrebbe imbracciato il fucile calibro 12 con cui erano stati colpiti il frigorifero, un tavolino e alcune bottiglie, andate in frantumi. Hasani, ad ottobre, e' stato arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalle autorita' albanesi, dovendo scontare una condanna ad oltre 3 anni di reclusione per reati in materia di armi commessi in Albania e soltanto pochi giorni fa, il 10 giugno, e' riuscito ad ottenere il beneficio degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, interrotto per la nuova ordinanza di custodia cautelare.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza