cerca CERCA
Lunedì 26 Settembre 2022
Aggiornato: 21:51
Temi caldi

Fiat: Fismic Piemonte, no a blocco straordinari avanti con trattativa

18 giugno 2014 | 18.39
LETTURA: 1 minuti

Torino, 18 giu. - (Adnkronos) - Basta con azioni che rischiano di inasprire una fase gia' molto difficile. A chiederlo e' la Fismic del Piemonte che richiamando la necessita' della ripresa della trattativa con la Fiat per il rinnovo del contratto collettivo di primo livello, fa sapere di non aderire al blocco degli straordinari deciso lunedì dalle segreterie unitarie dei sindacati del si (Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Quadri) "perche' vede una prospettiva futura positiva dettata dagli investimenti con la piena occupazione degli stabilimenti italiani".

"Non saranno ne' i blocchi dello straordinario ne', tanto meno eventuali iniziative ancora più pesanti a risolvere le problematiche ancora aperte", sottolinea il sindacato in una nota rilevando che "la distanza tra la proposta Fiat e quella sindacale non e' lontanissima e basterebbe un piccolo sforzo da parte di entrambi per riuscire a trovare una soluzione dignitosa".

"In uno scenario economico mazionale disastroso - prosegue il sindacato - avere un'azienda come la Fiat che oltre ad avere annunciato 5,5 mld di investimenti nel Paese li sta anche realizzando, come a Mirafiori-Grugliasco, riteniamo che non ci debbano essere più tentennamenti o fughe in avanti e richiamiamo tutti alle proprie responsabilita'. Dopo tanti anni, circa 2000 lavoratori delle Carrozzerie di Mirafiori stanno venendo gradualmente trasferiti nello stabilimento di Grugliasco " Con una prospettiva certa di lavoro e salario e questo - conclude la Fismic del Piemonte - per noi non e' cosa da poco"

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza