cerca CERCA
Sabato 01 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Sanita': Nursind, al San Camillo proseguono aggressioni al personale

02 gennaio 2014 | 13.01
LETTURA: 1 minuti

Roma, 2 gen. (Adnkronos Salute) - "Non si contano più le aggressioni verbali e fisiche al personale sanitario del pronto soccorso dell'ospedale S.Camillo di Roma". E' quanto denuncia in una nota il sindacato degli infermieri Nursind, "a distanza di qualche settimana dopo il naso rotto di un infermiere, facendo seguito alle dichiarazioni di non mollare la presa sugli accadimenti incresciosi e incivili che hanno colpito il nosocomio romano".

Sono due le nuove aggressioni. Si tratta di "M.B. e L.L., rispettivamente colpita in pieno volto e travolta da una barella in pieno torace, mentre cercavano di proteggere i pazienti da un giovane ubriaco che dopo aver minacciato metà del personale e non volendo neanche farsi assistere, ha pensato bene di scatenare la sua ira contro tutto e tutti. Mentre la direzione generale e il dirigente del pronto soccorso si riuniscono e sventolano provvedimenti atti a dirimere il degrado e l'assoluta mancanza di sicurezza, che non è solo confinata al pronto soccorso ma estesa a tutto l'ospedale, i lavoratori vanno a lavorare con un immancabile quesito: 'Oggi sarò io quello aggredito?'", conclude la nota.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza