cerca CERCA
Giovedì 29 Settembre 2022
Aggiornato: 19:37
Temi caldi

Sanita': 70% accessi pronto soccorso con dolore acuto, linee guida 'ad hoc' (2)

10 giugno 2014 | 13.33
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos Salute) - Ma come viene trattato il paziente che arriva al pronto soccorso accusando forte dolore? "Con farmaci da banco, come il paracetamolo, nel dolore lieve e moderato e con farmaci oppioidi nel dolore severo - risponde Savoia - ma non mancano le tecniche non farmacologiche come il ghiaccio, tutori, protossido d' azoto, tecniche psicologiche cognitivo comportamentali o tecniche locoregionali di infiltrazione con anestetici locali". L’utilizzo dei nuovi protocolli contribuirà anche a ridurre le attuali disparità tra sesso e razza. "A livello internazionale e in Italia - ricordano gli esperti - c’è una ridotta somministrazione di analgesici nelle donne e nei pazienti non italiani".

Oltre alla Siaarti e alla Simeu hanno collaborato alle nuove linee guida anche: l'Italian Resuscitation Council (Irc), la Società italiana di anestesia rianimazione emergenza e dolore (Siared), Società italiana sistema 118 (Sis 118), Associazione italiana per lo studio del dolore (Aisd), Società italiana di chirurgia d’urgenza e del trauma (Sicut)

"Le raccomandazioni inter-societarie – sottolinea Fabio De Iaco, coordinatore 'faculty' in sedazione e analgesia in urgenza della Simeu e responsabile del Pronto Soccorso di Imperia - rappresentano uno strumento di grande importanza per il trattamento del dolore nel pronto soccorso perché sottolineano come l’intero percorso del paziente debba essere focalizzato anche sul dolore: dalla valutazione in triage, alla somministrazione dell’analgesico più indicato, al monitoraggio successivo. Adeguarsi a questo approccio significa automaticamente migliorare la gestione del dolore".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza