cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Sanita' Lombardia: ok a mozione Lega per riconoscimento fibromialgia

10 giugno 2014 | 19.10
LETTURA: 1 minuti

Impegna Giunta a tutelare diritti malati e individuare centro riferimento

Milano, 10 giu. (Adnkronos Salute) - E' stata votata a maggioranza oggi in Consiglio regionale della Lombardia la mozione che impegna la Giunta a riconoscere e classificare la fibromialgia a livello nazionale, e a garantire ai lavoratori colpiti da questa malattia di poter usufruire di permessi lavorativi speciali per le cure e dell'esenzione dal pagamento dei farmaci necessari. La mozione impegna anche la Giunta a individuare a livello regionale un centro di riferimento per il riconoscimento della patologia, un codice di esenzione per le prestazioni sanitarie e a promuovere una campagna informativa rivolta sia alla cittadinanza che ai medici di famiglia.

"La fibromialgia è una malattia altamente debilitante con sintomi che penalizzano drasticamente la vita sociale e lavorativa di chi ne è colpito - sottolinea il consigliere della Lega Nord in Lombardia, Silvana Saita - Purtroppo però, non essendo questa una patologia riconosciuta, lo Stato italiano non prevede esenzioni per il pagamento del ticket. I pazienti che ne sono affetti, quindi, devono farsi carico di esami numerosi e molto costosi, nonostante esistano i presupposti per collocare la fibromialgia tra le patologie croniche e invalidanti, grazie all'esistenza di un decreto ministeriale".

"Come Lega Nord - ricorda - abbiamo già sollecitato più volte il ministro Lorenzin affinché prenda in considerazione alcune malattie considerate rare, ma comunque dolorose e con sintomi altamente invalidanti, come ad esempio la cefalea, la cistite interstiziale, il diabete mellito e la psoriasi severa ma, nonostante i ripetuti solleciti, non abbiamo ancora ricevuto risposte concrete. Con questa mozione - conclude - aggiungiamo quindi un ulteriore tassello alla lista di quelle terribili malattie verso le quali ci stiamo seriamente attivando a tutela dei cittadini che ne sono colpiti".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza