cerca CERCA
Martedì 16 Luglio 2024
Aggiornato: 12:10
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Palermo, violenza sessuale su due sorelle: arrestati 4 familiari

Gli abusi commessi tra il 2011 e il 2023: in manette nonno, uno zio e i genitori delle due vittime. Una delle vittime: "Tutta la famiglia sapeva"

Auto dei carabinieri - (Fotogramma)
Auto dei carabinieri - (Fotogramma)
06 settembre 2023 | 10.19
LETTURA: 2 minuti

Quattro persone sono state arrestate in relazione a ripetuti episodi di violenza sessuale commessi, tra il 2011 e il 2023, ai danni di due sorelle, attualmente di 13 e 20 anni, all’interno dello stesso nucleo familiare.

Alle prime ore di questa mattina, nella provincia di Palermo, i carabinieri della Compagnia di Monreale hanno dato esecuzione a un’ordinanza, emessa dal gip di Palermo, che ha disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti di tre uomini e una donna: si tratta di nonno, uno zio e i genitori delle due ragazzine. Sono indagati - a vario titolo - di violenza sessuale, violenza sessuale di gruppo, lesioni personali, con l’aggravante di aver commesso il fatto in danno di discendenti, con abuso di autorità e nei confronti di minori di 10 anni.

La donna è ritenuta responsabile in concorso dei reati contestati poiché, pur a conoscenza dei fatti, avrebbe tollerato e agevolato gli abusi, tentando di coprire le responsabilità dei familiari. "Tutta la famiglia sa di questa cosa, poi tra mia nonno e mia mamma c'è stata una discussione e la mamma ha detto al nonno che se lo avesse fatto qualche altra volta lo avrebbe denunciato. Il nonno non l'ho più visto dal mio compleanno. Quel giorno ho festeggiato il mio compleanno con torta, palloncini e i regali. C'era tutta la mia famiglia e i nonni, anche questo nonno"., ha raccontato una delle due sorelline.

La madre avrebbe dato alla ragazzina addirittura la pillola anticoncezionale: "Ma non potevo essere incinta perché ero piccola", ha raccontato ancora la vittima. "Quando mi ha trovato mio padre, mi ha chiesto perché piangevo e io gli ho detto che mio nonno e mio zio mi hanno fatto questo. Si è arrabbiato tantissimo con tutti e due, poi non l'ho detto più a nessuno. Poi è successo di nuovo e di nuovo. Poi ho detto basta", ha detto inoltre.

Le indagini, dirette dalla Procura di Palermo e condotte dalla Sezione operativa della Compagnia di Monreale, avrebbero consentito di raccogliere un "grave quadro indiziario" a carico degli indagati. Scattate dopo la segnalazione della scuola della più piccola delle vittime, è così che i carabinieri hanno fatto luce sugli abusi che le due sorelline avrebbero subito per oltre 10 anni.

Le due vittime sono state collocate in una comunità e sono adesso seguite dalla Procura per i minorenni.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza