cerca CERCA
Venerdì 12 Luglio 2024
Aggiornato: 17:28
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Pitbull bruciato vivo dal padrone a Palermo, pm chiede archiviazione

La tragica fine del cane Aron, morto a gennaio dopo essere stato dato alle fiamme in piazza Croci, aveva indignato l’Italia

Tribunale - Fotogramma
Tribunale - Fotogramma
11 aprile 2024 | 16.06
LETTURA: 1 minuti

Il pm ha chiesto l'archiviazione per l'uomo che lo scorso gennaio, a Palermo, è stato accusato di aver dato fuoco al povero Aron, il suo pitbull bruciato in piazza Croci. A darne notizia è Enrico Rizzi, commissario del Dipartimento tutela animali e lotta alle zoomafie di Sud chiama Nord e candidato al parlamento europeo. Le oltre venti associazioni che da tutta Italia avevano presentato denuncia, avranno ora a disposizione, in qualità di persone offese, venti giorni per opporsi alla richiesta del pm.

“Dire che sono incredulo è poco – ha detto Rizzi – Cos’altro dovrei pensare per un provvedimento che riguarda una persona accusata di avere dato fuoco ad un cane vivo. Attendo le motivazioni per le quali ho già attivato i miei legali”. Dopo l'episodio, venne avanzata l'ipotesi di uno stato confusionale della persona. “Anche se così fosse – sottolinea Rizzi - mi chiedo quali interventi sono previsti dal nostro ordinamento giuridico per evitare nuove azioni delittuose”. La tragica fine del cane Aron indignò l’Italia e oltre mille persone aderirono alla manifestazione organizzata da Rizzi proprio in piazza Croci. "Credo – conclude – che ve ne sia abbastanza per una corposa revisione della legislazione attuale. Ricordo che questo soggetto venne visto per diversi giorni nello stesso luogo non negando quanto aveva commesso”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza