cerca CERCA
Lunedì 22 Luglio 2024
Aggiornato: 16:52
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Troppe bombe russe, pochi missili per difendersi: Ucraina lancia ancora l'allarme

Zelensky avverte: "Se continuano a colpire ogni giorno come hanno fatto nell'ultimo mese, potremmo rimanere senza missili". Kuleba: "Bombe aeree guidate spazzano via nostre posizioni"

Zelensky in visita al comando militare - Fotogramma /Ipa
Zelensky in visita al comando militare - Fotogramma /Ipa
07 aprile 2024 | 10.19
LETTURA: 3 minuti

L'Ucraina potrebbe rimanere senza missili di difesa aerea se Mosca dovesse continuare i bombardamenti al ritmo dell'ultimo mese. A lanciare l'allarme è stato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un discorso trasmesso ieri sera in tv. "Se continuano a colpire ogni giorno come hanno fatto nell'ultimo mese, potremmo rimanere senza missili, e i partner lo sanno", ha affermato Zelensky, in quello che è il più duro monito lanciato di recente all'Occidente sul deterioramento della situazione per l'Ucraina.

Il leader di Kiev ha sottolineato che, sebbene l'Ucraina abbia abbastanza scorte di difesa aerea per la crisi immediata posta dall'offensiva russa, è costretta a fare scelte difficili su cosa proteggere, ribadendo la necessità di ricevere i Patriot. Secondo Zelensky, sono necessari 25 di questi sistemi di difesa aerea per coprire completamente il Paese.

I soldati ucraini "vengono attaccati in modo massiccio e direi anche regolarmente da bombe aeree guidate che spazzano via le nostre posizioni", l'allarme lanciato quindi dal ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, in dichiarazioni rilasciate al Financial Times. "Sono molto semplici in sostanza, quindi non puoi bloccarle, non puoi nasconderti da loro. L'unico modo per metterti in salvo è abbattere il bombardiere che le trasporta", ha spiegato Kuleba.

Secondo i dati diffusi dalle autorità ucraine, i russi hanno attaccato l'Ucraina con circa 3.500 bombe aeree guidate solo quest'anno, un aumento di 16 volte rispetto al 2023. Solo nella terza settimana di marzo, la Russia "ha lanciato oltre 700 bombe aeree guidate", ha denunciato il presidente Zelensky.

Raid su Kharkiv e Kupyansk

Una nuova ondata di attacchi è stata intanto lanciata nella notte dalla Russia contro l'Ucraina. Ukrainska Pravda riferisce che tre persone sono rimaste ferite in un attacco con i droni a Kharkiv, la seconda città più importante del Paese negli ultimi giorni martellata dai russi. Si tratta di due uomini di 87 e 62 anni e di una donna di 64. Intanto lo Stato Maggiore di Kiev, in un nuovo rapporto, ha indicato che "tutti" i 17 droni di tipo 'Shahed' utilizzati dalla Russia per attaccare l'Ucraina nelle scorse ore sono stati "abbattuti".

Una donna è morta in un raid russo che ha preso di mira un'area residenziale di Kupyansk, nel'oblast di Kharkiv, nel nord-est dell'Ucraina. Lo hanno indicato i media locali, precisando che una bomba aerea guidata russa ha colpito un palazzo di quattro piani e che la donna è morta dopo essere rimasta intrappolata sotto le macerie.

Distrutto magazzino con droni consegnati a Kiev dalla Nato

Le forze armate russe hanno distrutto un magazzino con droni consegnati a Kiev dai paesi della Nato, oltre a due sistemi missilistici terra-aria S-300 e un radar di sorveglianza e puntamento P-18. Lo ha reso noto il ministero della Difesa russo.

Nelle ultime 24 ore i sistemi di difesa aerea russi hanno abbattuto 293 droni ucraini e intercettato quattro razzi Himars e Uragan.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza