cerca CERCA
Lunedì 15 Luglio 2024
Aggiornato: 00:22
10 ultim'ora BREAKING NEWS

LIVE

1 / 4
Ucraina-Russia, news oggi tempo reale: notizie ultima ora 27 aprile

Le notizie dell'ultima ora di oggi

(Foto Afp)
(Foto Afp)
27 aprile 2022 | 08.30
LETTURA: 37 minuti

Guerra Ucraina-Russia, nelle ultime notizie e news di oggi, mercoledì 27 aprile, Polonia e Bulgaria resteranno senza gas della Russia. Ecco le notizie dell'ultima ora di oggi:

ORE 21.49 - Il presidente polacco Andrzej Duda ha annunciato oggi che "appropriati passi legali" saranno presi contro Gazprom dopo l'interruzione delle forniture di gas alla Polonia ed alla Bulgaria. Duda ha fatto sapere che verranno richiesti gli "opportuni risarcimenti" per "la violazione del contratto".

ORE 21.28 - Almeno sei diversi gruppi hacker legati al Cremlino hanno condotto circa 240 cyber attacchi contro obiettivi ucraini. Lo ha rivelato Microsoft, il cui vice presidente Tom Burt ha commentato: "L'uso da parte russa di cyber attacchi sembra essere strettamente connesso e qualche volta direttamente sincronizzato con le sue operazioni militari cinetiche". Il rapporto di Microsoft è il documento pubblico più completo degli sforzi di hackeraggio russo legati alla guerra in Ucraina.

ORE 20.41 - "Abbiamo davanti settimane estremamente difficili". E' la previsione fatta dal ministro della Difesa ucraino, Oleksiy Reznikov, che ha esortato la popolazione a prepararsi ancora a settimane di guerra davanti all'offensiva lanciata dai russi nel Donbass. "Il nemico è già consapevole della sua sconfitta strategica - ha affermato, citato dal Kiev Independent - ma cercheranno ancora di infliggerci più dolore possibile".

ORE 20.29 - Il Cremlino starebbe pianificando la convocazione di "referendum" a Donetsk e Luhansk, nel Donbass, per chiedere l'annessione alla Russia. Lo scrive il sito in lingua russa Meduza, basato in Lettonia.

ORE 20.21 - La Russia "questa settimana ha iniziato una nuova serie di ricatti con la decisione di non fornire gas in Polonia e Bulgaria. E' l'ennesima decisione che dovrebbe fare pensare all'Europa che non può sperare di mantenere una normale collaborazione economica con la Russia. La Russia usa questi rapporti come un'arma: non solo la vendita del gas ma anche altri tipi di commercio. Aspetta il momento giusto per usarli e ricattare gli europei a livello politico e alimentare la macchina bellica russa. Vede l'Europa unita come un obbiettivo". Ad affermarlo è il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky in un video su Telegram. "Prima l'Europa capirà che non può dipendere dalla Russia per quanto riguarda il commercio, prima si potrà garantire la stabilità ai mercati europei", aggiunge.

ORE 20.11 - Malgrado lo stop di Mosca alle forniture dirette in Bulgaria, Serbia e Ungheria continuano a ricevere il gas russo che transita attraverso questo paese. "Stiamo ricevendo normalmente il gas nelle quantità concordate attraverso il gasdotto Balkan stream", ha detto il ministro serbo dell'Energia, Zorana Mihajlovic. "La consegna del gas naturale russo si sta svolgendo senza intoppi e in base agli accordi lungo la via che passa da Turchia, Bulgaria e Serbia", ha dichiarato il ministro degli Esteri ungherese Péter Szijjártó. Fortemente dipendenti dal gas russo, Serbia e Ungheria sono accusati spesso di posizioni filo russe.

ORE 20.03 - "Ho parlato con il presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen e la ringrazio per aver deciso la sospensione per un anno di tutti i dazi per l'importazione dei beni industriali, alimentari" dall'Ucraina. Ad affermarlo è il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky in un video su Telegram. "Sono grato a lei e a tutti i nostri amici europei per questo passo importante. E' importante mantenere il più possibile l'attività commerciale in Ucraina e la produzione nazionale ma bisogna vedere questa decisione non soltanto nel contesto ucraino. Il volume dell'export ucraino sui mercati europei e mondiali sarà un importante strumento anticrisi", aggiunge.

ORE 19.30 - Ad oggi tutte quelle che sono le forniture di gas dalla Russia continuano ad andare avanti regolarmente". Lo ha assicurato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, parlando con i giornalisti a Strasburgo, all'indomani dello stop di Gazprom alle forniture a Polonia e Bulgaria. "La richiesta di pagare in rubli è una violazione del contratto - ha ricordato il titolare della Farnesina - Per questo prenderemo una decisione a livello europeo, ma è chiaro ed evidente che i nostri contratti prevedono il pagamento in euro e noi pagheremo in euro".

ORE 19.28 - E' prevista per domani pomeriggio l’audizione del ministro della Difesa Lorenzo Guerini davanti al Copasir. Al centro dell’audizione il decreto interministeriale sul nuovo invio di aiuti militari, da parte dell'Italia, a Kiev e la nuova lista con equipaggiamenti e armi secretata, come già avvenuto per la prima tranche inviata. Il Copasir si riunirà alle 14.30 per l’esame della relazione sull'attività dei Servizi di informazione per la sicurezza nel secondo semestre 2021, a seguire sarà ascoltato Guerini.

ORE 19.24 - ''Non potevo più restare in Russia. Sono di nazionalità ucraina, sono nato ad Akhtyrka, non potevo più osservare dall'esterno cosa sta facendo la Russia alla mia patria". Così, con un video condiviso su YouTube, il vicepresidente di Gazprombank Igor Volobuev ha motivato la sua decisione di lasciare una delle più grandi banche private in dissenso con la guerra voluta da Mosca e di combattere a fianco degli ucraini. Volobuev spiega quindi di essere riuscito ad arrivare a Kiev e di voler ''restare in Ucraina fino alla vittoria''.

ORE 18.33 - I colori giallo-blu della bandiera ucraina sono ormai diventati tabù in Russia. Decine di edifici con i due colori sono stati ridipinti, spesso con la scusa di lavori di ristrutturazione, racconta oggi Moscow Times, mostrando diverse foto. Alcuni lavori appaiono anche abbastanza dispendiosi, come il cambiamento di tutte le tegole giallo-blu del mega centro commerciale Dirigibile a Ekaterinburg, negli Urali. O la sostituzione di tutti i sedili dello stadio Tuymaada a Yakutsk.

ORE 18.23 - La Finlandia "ha preso la decisione politica di non accettare i termini dell'accordo dettato dalla Russia nel commercio del gas". Lo afferma il ministro per l'Europa e la Corporate Governance finlandese Tytti Tuppurainen al quotidiano finlandese Helsingin Sanomat. "Abbiamo deciso nel comitato di politica economica del governo che la Finlandia non accetterà i pagamenti in rubli. La decisione è già stata presa all'inizio di aprile", afferma Tuppurainen.

ORE 18.18 - Due veterani dell'esercito americano, che si erano recati a combattere in Ucraina come volontari a fianco delle forze di Kiev, sono rimasti feriti nella regione meridionale di Zaporizhzhia, vicino alla città di Orikhiv. Lo riferisce il Guardian citando il giornalista di guerra Nolan Peterson.

ORE 18.05 - "Era ingenuo credere che la Russia non avrebbe usato il ricatto del gas". Ad affermarlo, durante una visita in uno stabilimento industriale vicino a Varsavia, è il premier polacco, Mateusz Morawiecki, secondo quanto riferisce l'agenza di stampa polacca 'Pap'. "Da oggi, da quando la Russia ha smesso di inviare gas alla Polonia, abbiamo cessato di dipendere della Russia", sottolinea Morawiecki.

ORE 18.01 - L'Associazione dei cineasti russi prevede "la chiusura di metà dei cinema russi nei prossimi due mesi". Lo rivela l'agenzia di news Nexta, riportando un documento dell'Associazione.

ORE 17.48 - La Commissione Europea ha proposto oggi la sospensione per un anno di tutti i dazi per l'importazione dei beni provenienti dall'Ucraina. Si tratta "di un gesto senza precedenti di sostegno per un paese in guerra", nota un comunicato della Commissione, sottolineando che verranno sospese anche le misure anti dumping per l'acciaio ucraino. La proposta deve ora ricevere l'approvazione del Parlamento Europeo e del Consiglio Europeo.

ORE 17.47 - I transnistriani starebbero lasciando in massa il paese "nel timore di un'escalation dell'aggressione russa". Lo riportano diversi media ucraini, tra cui il canale informativo Nivekta. Il sito di news pubblica un video che mostra una lunga fila di macchine e autocarri fermi in fila al confine.

ORE 17.46 - La Finlandia sequestra i beni di Gennady Timchenko, l'oligarca russo che ha anche cittadinanza finlandese. In particolare, riferisce la tv finlandese Yle, è stata confiscata la quota del 22,5% che l'uomo d'affari russo detiene nell'ex Hartwall Arena. Il sequestro è avvenuto all'inizio del mese di marzo, tre giorni dopo che Timchenko è stato inserito nella lista delle sanzioni dell'Unione europea.

ORE 17.44 - Vladimir Putin minaccia una risposta "fulminea" contro chiunque interferisca negli eventi in corso in Ucraina. In un discorso a San Pietroburgo, il presidente russo ha avvertito: "Se qualcuno intende intervenire negli eventi in corso (in Ucraina) dall'esterno e creare minacce inaccettabili per noi, allora dovrebbe sapere che la nostra risposta a questi attacchi sarà rapida e fulminea". E, ha continuato Putin, "noi abbiamo tutti gli strumenti per questo, strumenti che nessuno può vantare e noi non ci vanteremo: li useremo se necessario e voglio che tutti lo sappiano". Il presidente non ha fornito ulteriori dettagli sugli strumenti di cui ha parlato.

ORE 17.30 - Entra in vigore oggi alle 18 in Svizzera l'ulteriore pacchetto di sanzioni nei confronti della Russia e della Bielorussia deciso dal governo elvetico il 13 aprile, riprendendo quanto varato dall'Ue. Si tratta di misure economiche e finanziarie che colpiscono oltre 200 persone, tra cui le due figlie del presidente russo Vladimir Putin, oltre a parlamentari e diversi membri degli esecutivi delle autoproclamate repubbliche di Donetks e Lugansk, e 18 organizzazioni, cui si aggiungono alcuni gruppi di oligarchi e i loro famigliari.

ORE 17.30 - Colloquio telefonico, oggi, tra il segretario di Stato americano Antony Blinken ed il ministro degli Esteri francese Jean Yves Le Drian. Secondo quanto riferisce una nota del dipartimento di Stato, Blinken si è congratulato con il popolo francese per le elezioni del 24 aprile e "ha salutato la continua stretta cooperazione e i forti legami con il presidente Macron". Blinken e Le Drian, prosegue la nota, "hanno discusso di fornire più assistenza per la sicurezza alle Forze armate ucraine mentre resistono all'invasione brutale e non provocata russa". Dal canto suo, una nota del ministero degli Esteri di Parigi riferisce che Le Drian ha ricordato "gli sforzi della Francia nel sostegno all'Ucraina in materia di equipaggiamento per la difesa e i due ministri hanno discusso delle iniziative possibili per nuove sanzioni contro la Russia".

ORE 17.14 - ''Sono arrivato in Ucraina dopo essere stato a Mosca. Continueremo il nostro lavoro per aumentare il sostegno umanitario e per garantire l'evacuazione dei civili dalle zone di conflitto''. Lo ha scritto su Twitter il Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres sottolineando che ''prima finisce questa guerra e meglio è per l'Ucraina, la Russia e il mondo''.

ORE 17.07 - Il presidente del Partito popolare europeo, Donald Tusk, accusa Austria, Germania e Ungheria di essere pronte a pagare il gas russo in rubli. "Ho sentito che non solo l'Ungheria, ma anche l'Austria e la Germania sono pronte a pagare il gas in rubli. Sono ancora nell'eurozona o nella rublozona?", ha twittato l'ex presidente del Consiglio europeo, che è stato anche premier polacco. Il suo messaggio arriva dopo che ieri la Russia ha interrotto la fornitura di gas a Polonia e Bulgaria perché non vogliono pagare in rubli.

ORE 16.57 - Vladimir Putin denuncia i tentativi di intimidire "i giornalisti che in Russia assumono una posizione patriottica" dopo che l'Fsb ha reso noto di aver sventato un attentato contro il conduttore tv Vladimir Solovyov. Tali tentativi, ha aggiunto, "non solo sono destinati a totale fallimento", ma porteranno ancora più giornalisti a diventare patriottici. "Le autorità russe faranno tutto il possibile per proteggere i giornalisti russi", ha quindi affermato.

ORE 16.56 - La Slovacchia è pronta a fornire armi pesanti all'Ucraina, ma vuole evitare che i suoi arsenali rimangano vuoti. Lo ha detto la presidente Suzana Caputova, spiegando che sono in corso negoziati con Kiev per l'invio di obici howitzer di fabbricazione slovacca. "La posizione della Repubblica slovacca è chiara. Fin dall'inizio, oltre all'aiuto umanitario, abbiamo fornito anche aiuto militare. In termini di volume è l'aiuto più importante della storia della Repubblica slovacca", ha detto Caputova. Tuttavia, ha aggiunto, il prerequisito per ulteriori forniture belliche è che non sia minata la prontezza bellica del paese. Per questo ci sono colloqui non solo con Kiev ma anche con gli alleati della Nato. Bratislava ha fra l'altro ordinato all'Ucraina sistemi di difesa aerea S-300.

ORE 16.53 - Sono più di seicento i feriti gravi, tra civili e combattenti, che si trovano asserragliati nell'acciaieria Azovstal a Mariupol, nel sud dell'Ucraina. E, dato che non ci sono le condizioni per curarli, è necessario garantire una loro evacuazione urgente. Lo ha detto il comandante in capo della 36esima brigata Serhiy Volyna in un video diffuso su Facebook, nel quale afferma che non ci sono né i farmaci, né le condizioni igieniche adatte a curare i feriti. ''Salvate il presidio di Mariupol. Non siamo nel 1940, siamo nel 2022. C'è bisogno di un'evacuazione immediata, altrimenti i feriti semplicemente moriranno'', ha dichiarato Volyna.

ORE 16.39 - La Norvegia ha stanziato 44 milioni di dollari per acquistare armi da inviare in Ucraina. Il primo ministro Jonas Gahr Store ha detto oggi che la decisione fa parte di una iniziativa a guida britannica per l'acquisto di armi destinate alla difesa dell'Ucraina dall'invasione russa.

ORE 16.38 - Una riunione straordinaria dei ministri dell'Energia dell'Ue si terrà "il prima possibile". Lo ha annunciato in una conferenza stampa la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

ORE 16.32 - Le autorità russe hanno annunciato l'espulsione di otto diplomatici del Giappone in risposta a una misura analoga adottata da Tokyo nei giorni scorsi dopo l'invasione russa dell'Ucraina. In un comunicato, come riporta l'agenzia Interfax, il ministero degli Esteri di Mosca ha insistito sul "principio di reciprocità" e ha dato tempo ai diplomatici fino al 10 maggio per lasciare il Paese.

ORE 16.25 - ''L'unica destinazione di viaggio per i criminali di guerra russi dovrebbe essere l'Aja''. Così il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha commentato su Twitter la sospensione della Russia dall'Organizzazione mondiale del Turismo (Unwto) esprimendo ''gratitudine nei confronti di tutti i membri che hanno sostenuto questa decisione''.

ORE 16.21 - Il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez sarà domani in Moldova per manifestare l'appoggio di Madrid al piccolo paese europeo confinante con l'Ucraina invasa dalla Russia. Mentre la crisi minaccia di allargarsi alla regione separatista moldava della Transnistria, fonti di Madrid sottolineano come la visita sia ora particolarmente opportuna per riaffermare il sostegno spagnolo all'integrità e la sovranità della Moldova. Sanchez vedrà sia la premier Natalia Gavrilita che la presidente Maia Sandu, entrambe filo europee.

ORE 16.18 - L'esercito russo, bombardando le città ucraine, ha completamente distrutto 102 istituzioni educative, tra scuole, asili e università. Altre 1.412 istituzioni sono state danneggiate. E' quanto riportano i media locali.

ORE 16.16 - Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto oggi pomeriggio una nuova conversazione telefonica con il Presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky. Al centro dei colloqui vi sono stati gli ultimi sviluppi della situazione sul terreno in Ucraina e l’assistenza al Paese. Draghi ha ribadito il pieno sostegno del governo italiano alle autorità di Kiev e la disponibilità italiana a contribuire alla ricerca di una soluzione duratura della crisi. Lo si apprende da Palazzo Chigi.

ORE 16.15 - La Moldova non ha un esercito pronto a combattere e attrezzato per gestire la difficile situazione della sicurezza derivante dall'aggressione militare russa dell'Ucraina. Lo ha detto la presidente della Moldova Maya Sandu sottolineando la necessità di modificare questa situazione. La Moldova ''non ha una protezione efficace contro questa minaccia, perché non ha sviluppato un potenziale militare adeguato, non ha creato elementi infrastrutturali critici e non ha coltivato la resilienza sociale'', ha dichiarato Sandu in occasione del trentesimo anniversario della creazione dello Stato Maggiore dell'Esercito Nazionale e della Giornata della Bandiera.

ORE 16.13 - Il Presidente russo Vladimir Putin ha anticipato che ci sarà una risposta immediata, da parte della Russia, a qualsiasi Paese cercherà di interferire in Ucraina. Le decisioni sulle modalità con cui Mosca reagirà sono già state prese, ha aggiunto, parlando di fronte al Consiglio dei legislatori a San Pietroburgo (Presidenti di Duma e Consiglio della Federazione, vice presidenti, Presidenti delle Commissioni e Presidenti delle Assemblee legislative regionali). Putin ha quindi accusato l'Occidente di voler dividere la Russia in pezzi e di aver spinto l'Ucraina verso il conflitto con la Russia. Il Presidente russo ha anche assicurato che il rublo, il sistema bancario, il settore dei trasporti e l'intera economia, ha retto all'impatto delle sanzioni.

ORE 15.57 - La Russia ha invaso l'Ucraina perché la popolazione "è stanca di essere sotto il controllo straniero ". A sostenere oggi questa ardita tesi è il ministro degli Esteri russo Sergei Larov, in linea con la narrativa ufficiale del Cremlino. "Nel condurre l'operazione speciale, la Russia parte dal fatto che il popolo dell'Ucraina debba determinare il proprio futuro, perché stanco di essere sotto controllo straniero sotto il regime di Kiev", ha detto il capo della diplomazia russa ad una conferenza stampa con il collega eritreo Osman Saleh Mohammed, riferisce l'agenzia stampa Tass.

ORE 15.56 - "Ho ordinato di rimuovere dalla sede del Consiglio comunale di Kharkiv tutte le cinque città russe gemellate a Kharkiv: Belgorod, Nizhny Novgorod, San Pietroburgo, Novosibirsk e Mosca". Lo comunica su Telegram Igor Terekhov, il sindaco della seconda città più popolosa dell'Ucraina. "Kharkiv, che è stata bombardata 24 ore su 24 per 63 giorni, non può avere fratelli nel Paese aggressore. Inoltre, Mosca, dove sono emersi piani per la distruzione dell'Ucraina e il genocidio del popolo ucraino, non può essere una città partner", spiega il primo cittadino.

ORE 15.53 - "E' una violazione delle regole da parte della Russia, è un tentativo di ricatto". Si è espresso così il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier dopo la sospensione delle forniture di gas russo a Polonia e Bulgaria. "Semplicemente non possiamo accettarlo, dobbiamo difenderci", ha detto dopo colloqui con la presidente slovacca Zuzana Caputova nella città orientale di Kosice.

ORE 15.49 - Il Presidente russo Vladimir Putin ha ribadito che "tutti gli obiettivi della missione militare speciale in corso nel Donbass e in Ucraina saranno certamente raggiunti al fine di garantire pace e sicurezza ai residenti delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, della Crimea russa e del nostro intero Paese nella sua prospettiva storica", ha affermato il capo dello Stato.

ORE 15.33 - "Continua il dialogo con Mario Draghi, l'ho informato sui progressi contro l'aggressione della Russia". Lo ha scritto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, riferendo del colloquio avuto con il premier italiano, al quale si è detto grato per il coinvolgimento dell'Italia nelle indagini sui crimini contro l'umanità russi". "Apprezziamo anche il sostegno di principio per inasprire le sanzioni contro l'aggressore", ha aggiunto Zelensky. Che poi ha rivolto "un ringraziamento speciale all'Italia per aver dato rifugio a oltre 100mila ucraini che sono stati costretti a lasciare le loro case a causa dell'aggressione russa". Inoltre, ha concluso il presidente, "è stato anche discusso il coinvolgimento dell'Italia nelle future garanzie di sicurezza per l'Ucraina".

ORE 15.25 - Le autorità russe hanno annunciato oggi di aver espulso tre diplomatici norvegesi in risposta ad una misura analoga adottata da Oslo. "La politica ostile delle autorità norvegesi sta causando gravi danni alle relazioni bilaterali. L'ambasciatore ha ricevuto una nota in cui si dichiaravano 'persona non grata' tre diplomatici dall'ambasciata norvegese a Mosca", ha affermato il governo russo in un comunicato.

ORE 15.24 - La possibilità di scambio di Viktor Medvedchuk con prigionieri ucraini non viene valutata. "Su questo non si tratta", ha detto alla Ria Novosti il portavoce di Putin Dimitry Peskov circa la proposta di scambio avanzata dallo stesso politico ucraino e filorusso al presidente russo Putin (padrino di una delle sue figlie) e a quello ucraino Zelensky. II capo del partito filorusso Scelta Ucraina - sfuggito agli arresti domiciliari - è stato arrestato qualche giorno fa dalle autorità di Kiev.

ORE 15.09 - Non è chiara la matrice delle esplosioni dei giorni scorsi che in Transnistria hanno colpito i Servizi di sicurezza e le torri per le trasmissioni radio, ha riferito in Parlamento la ministra degli Esteri tedesca, Annalena Baerbock. La situazione in Moldova, ha aggiunto, "è estremamente critica".

ORE 15.08 - Staff dell'ambasciata austriaca in Ucraina è tornato nella capitale Kiev. Lo ha confermato oggi il ministero degli Esteri di Vienna. "Restiamo al fianco del popolo dell'Ucraina, vittima di un'aggressione militare senza precedenti da parte della Russia - si legge in un tweet - Come segno importante della nostra irremovibile solidarietà all'Ucraina, la scorsa settimana è tornato a Kiev personale della nostra ambasciata. Grazie al nostro staff per l'impegno e la dedizione".

ORE 15.07 - Il Premier greco Kyriakos Mitsotakis ha assicurato al Premier bulgaro Kiril Petkov, con cui oggi ha parlato al telefono, l'aiuto di Atene dopo lo stop delle forniture russe in vigore da oggi, in seguito al rifiuto di Sofia di pagare il gas russo in rubli come imposto dal Cremlino alla fine del mese scorso, rende noto il quotidiano greco Ekathimerini. Atene reinvierà alla Bulgaria il gas russo in arrivo con TurkStreamGreece. Il nuovo gasdotto che collega la Grecia alla Bulgaria, l'Igb, sarà pronto a giugno e da settembre la Bulgaria potrà contare su maggiori rifornimenti di gas dall'Azerbaigian.

ORE 15.06 - Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avuto un colloquio telefonico con l'omologo indonesiano Joko Widodo. Lo ha annunciato lo stesso Zelensky su Twitter spiegando che Joko Widodo lo ha invitato a partecipare al G20 che si terrà in Indonesia a novembre. ''L'ho ringraziato per il sostegno alla sovranità e all'integrità territoriale dell'Ucraina, in particolare per la posizione chiara espressa all'interno delle Nazioni Unite'', ha detto Zelensky, spiegando che durante il colloquio ''sono state discusse questioni di sicurezza alimentare''. ''Apprezzo il fatto di avermi invitato al vertice G20'', ha concluso il presidente ucraino.

ORE 14.55 - Il patriarca della Chiesa ortodossa russa Kirill ha celebrato una funzione nella cattedrale dell’Assunzione entro le mura del Cremlino, invitando la popolazione a stringersi intorno alla “città di Mosca, centro di tutte le Russie” per difendersi dai “centri di potere all’estero”. Il popolo russo ha bisogno di ritrovare la propria unione interiore, ha detto il patriarca, “perché solo nell’unità è la nostra forza, e se conserveremo nei cuori la fede dei nostri padri, allora la Russia sarà invincibile”.

ORE 14.54 - "Gli occupanti russi uccidevano a Bucha seguendo un elenco". Lo ha comunicato il sindaco Anatolii Fedoruk in intervista a Cbc, ripresa dal giornale online ucraino Zerkalo Nedeli. Liste che, secondo il sindaco, "non avevano scritto" i militari russi, ma che "qualcuno del posto gli aveva dettato. Forse avevano dei collaboratori, perché sapevano in anticipo da chi stavano andando, a quale indirizzo e che tipo di persone ci fossero".

ORE 14.53 - "I genieri della Guardia nazionale hanno neutralizzato 4.771 ordigni esplosivi nella regione di Kiev. Si tratta di bombe inesplose, mine, munizioni e altri oggetti pericolosi". Lo comunica il Ministero degli Interni ucraino sul suo canale Telegram, facendo sapere che "le squadre di sminamento della Guardia nazionale continuano la ricognizione ingegneristica nella regione di Kiev".

ORE 14.50 - I russi hanno attaccato l'ospedale di Severodonetsk nonostante sapessero che c'erano dei feriti gravi insieme ai medici. Nell'attacco sono stati danneggiati due piani dell'edificio e una donna è morta. Lo riferisce su Telegram Serhii Haidai governatore della regione di Luhansk, aggiungendo che nonostante tutto l'ospedale resta operativo e sta continuando a curare i civili.

ORE 14.49 - L'attivista russo di 22 anni Ronald Airapetyan, esponente del partito di opposizione Yabloko della regione di Krasnodar, più volte arrestato negli ultimi mesi per aver preso parte a proteste, ha ottenuto asilo politico in Olanda. Come ha denunciato in una intervista a Radio Liberty, già lo scorso dicembre era stato costretto a lasciare la Russia, dopo essere stato aggredito e costretto a salire su un'auto, portato in una foresta, e minacciato di morte se non avesse cessato di fare politica. Il giorno dopo l'agressione, ha preso un aereo per il Messico via Amsterdam. Ma si è fermato in Olanda dove ha chiesto subito asilo politico. A gennaio aveva denunciato la polizia russa alla Corte europea per i diritti dell'uomo per essere stato arrestato durante una protesta a Sochi nel novembre del 2020, e detenuto quattro giorni con l'accusa di aver violato la legge sugli eventi pubblici.

ORE 14.39 - "I russi hanno colpito due volta Avdiivka due volte con bombe al fosforo". Lo denuncia su Telegram il governatore della regione di Donetsk, Pavlo Kyrylenko. "Il primo attacco è stato ieri sera nella zona della cokeria. Il secondo stamattina, nel centro della città", fa sapere il governatore, riferendo di diversi incendi esplosi ad Avdiivka dopo i bombardamenti.

ORE 14.33 - "Oggi diamo il benvenuto a casa a Trevor Reed e celebriamo il ritorno alla famiglia dell'ex marine che è stato rilasciato dalla detenzione russa". Così Joe Biden conferma in una dichiarazione il rilascio del cittadino americano che era detenuto in Russia dal 2019, precisando che "i negoziati che ci hanno permesso di riportare Trevor a casa hanno richiesto difficili decisioni che non ho preso alla leggera".

ORE 14.29 - ''Sono lieto che, dopo anni di detenzione illecita da parte del governo russo, Trevor Reed sia stato liberato e si sia riunito alla sua famiglia''. Lo ha scritto su Twitter il segretario di Stato americano Antony Blinken. ''Ringraziamo i nostri partner per la loro collaborazione e per averci aiutato a liberare Trevor'', ha aggiunto.

ORE 14.28 - Sarebbe avvenuto in Turchia lo scambio di detenuti tra Russia e Stati Uniti che ha visto protagonisti Trevor Reed e Konstantin Yaroshenko. Lo ha riferito la moglie del detenuto russo, Viktoriya Yaroshenko, citata dall'agenzia Interfax. Yaroshenko ora si troverebbe già a Sochi.


Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza