cerca CERCA
Domenica 14 Luglio 2024
Aggiornato: 13:09
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Pmi: Federmanager e Confapi, insieme per innovazione e competitività

Stefano Cuzzilla
Stefano Cuzzilla
10 maggio 2017 | 13.08
LETTURA: 3 minuti

"Imprenditori e manager lavorino insieme, per non disperdere il patrimonio industriale del paese". Così Stefano Cuzzilla, presidente Federmanager è intervenuto alla presentazione dell'indagine svolta insieme alla Confapi, e realizzata da G&G Associated. Lo studio, rivolto ad un campione di piccole e medie imprese italiane, cerca di capire come stanno rispondendo le pmi italiane alla quarta rivoluzione industriale.

"Il sistema Italia è chiamato ad affrontare il cambiamento imposto da Industria 4.0 in un contesto costituito principalmente da piccole e medie imprese che sono la colonna portante dell’apparato produttivo e che richiedono politiche strategiche. Federmanager e Confapi hanno voluto analizzare l’impatto che potrà avere la quarta rivoluzione industriale sulle piccole e medie imprese e sui manager che in tali aziende operano", spiega una nota congiunta di Federmanager e Confapi, sottolineando che tra gli aspetti indagati dalla ricerca ci sono i fattori di sviluppo per traghettare le pmi l’innovazione, le attività già messe in campo e quelle invece da avviare e, naturalmente, il contributo dei manager.

Il 71,6% delle pmi conosce il piano Industria 4.0 e l’87,2% ha avviato attività per affrontare il cambiamento, emerge dalla ricerca. Tali dati si differenziano se analizziamo le aziende che hanno fino a 50 dipendenti (il 55% conosce il piano Industria 4.0 e il 71,7% ha avviato attività) ed oltre i 50 dipendenti (77,8% e 93%).

Per quanto riguarda le attività avviate la formazione del personale è l’attività privilegiata da pmi (82,1%) mentre, gli investimenti in ricerca e innovazione sono stati avviati dal 61,3% delle aziende con oltre 50 dipendenti e dal 46,5% delle aziende con meno di 50 dipendenti.

In generale tutte le pmi intervistate concordano sulla necessità di avere figure manageriali per essere più competitive e innovative (65,1%) e valutano positivamente (8,4 su scala 1-10) i risultati conseguiti dal management aziendale.

"Imprenditori e manager lavorino insieme, per non disperdere il patrimonio industriale del paese – ha dichiarato Stefano Cuzzilla, presidente Federmanager – l’indagine conferma che le pmi hanno bisogno di figure manageriali per essere più competitive e innovative. La sinergia tra pmi e manager, contaminatori digitali indispensabili per la crescita delle aziende, rappresenta la chiave di volta del progetto Industria 4.0".

"Dobbiamo realizzare un’integrazione tra sistema produttivo e centri del sapere, – ha detto ancora Cuzzilla – Federmanager già collabora per fornire competenze qualificate per i “Digital Innovation Hub” ed è disponibile a collaborare per la creazione dei “Competence Center” previsti dal governo: l’expertise del nostro management sarà essenziale nella diffusione della formazione e nello sviluppo delle competenze in particolare nelle piccole e medie imprese".

"Le Pmi sono chiamate, oggi più che mai, a grandi sfide – ha dichiarato Maurizio Casasco, presidente Confapi- le aziende dovranno avvalersi di persone in grado di gestire i cambiamenti che abilitano un nuovo modo di organizzare le attività di produzione globali. Saranno sempre più richieste professionalità di spessore, con abilità critica nella selezione dei processi. Nell’attesa che le nostre industrie siano finalmente supportate da un piano industriale di sistema che, partendo dall’oggi, sappia guardare anche al futuro, non possiamo restare fermi".

Confapi firmando "ben 13 contratti di lavoro nazionali -ha concluso Casasco- ha in un certo senso anticipato i tempi mettendo in campo, insieme a Federmanager, strumenti contrattuali moderni e innovativi anche in termini di formazione intesa come manutenzione programmata delle competenze e di welfare attivo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza