cerca CERCA
Martedì 23 Luglio 2024
Aggiornato: 21:46
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Gioielli, maison Chanel rilancia il tweed: tessuto amato da Mademoiselle

La celebre stilista realizzò tailleur che diventeranno il segno distintivo della maison, anche in ricordo di un grande amore, Hugh Richard Arthur Grosvenor, II duca di Westminster

Coco Chanel - (Fotogramma /Ipa)
Coco Chanel - (Fotogramma /Ipa)
18 luglio 2023 | 19.10
LETTURA: 2 minuti

Un tessuto amato e non particolarmente in voga, aristocratico e iper maschile, un tessuto d'origine scozzese, compatto, denso, facilmente manipolabile, soprattutto per quei tailleur che diventeranno il segno distintivo di Mademoiselle anche in ricordo di un grande amore, Hugh Richard Arthur Grosvenor, II duca di Westminster, uno degli uomini più ricchi del Regno Unito. E al tweed si ispira la nuova collezione di gioielli della maison Chanel. Collier, broche, anelli, pendenti e orecchini 'tagliati' su trame di diamanti, rubini, pietre preziose, cristalli di rocca, perle e zaffiri. Vere e proprie opere d'arte (63 i pezzi di haute joaillerie creati da Patrice Leguéreau) realizzate grazie al prezioso savoir- faire di sapienti artigiani, che hanno sperimentato la lavorazione dell'oro come 'fil de tissage', trame di tessuto su cui ricreare e innestare simboli, icone, emblemi appartenuti all'universo creativo e sentimentale di Coco Chanel.

Come ricorda il settimanale francese 'Point de vue' "la grande stilista e rivoluzionaria del costume ha scoperto il tweed dopo la prima guerra mondiale quando divenne l'amante del duca di Westminster. Ogni anno, tra la fine di agosto e l'inizio di dicembre, amavano trascorrere lunghi soggiorni in Scozia. Il duca di Westminster possedeva nella contea di Sutherland, al nord delle Highlands, 700 ettari di brughiera e una bellissima dimora, Rosehall, che divenne il loro nido d'amore. Ma sicuramente la grande Coco - si legge ancora tra le righe del settimanale francese- aveva conosciuto il tweed grazie alla regina Vittoria che dal 1860 l'aveva scelto come tessuto per confezionare abiti sportivi o per andare a caccia. Indossati sicuramente da due precedenti amori di Coco, Etienne Balsan e Boy Capel".

Gioielli che ricordano, quindi, nella trama e nella lavorazione il tweed. Leggeri, duttili, soffici, plasmabili con icone cult e portafortuna care a Coco. Il leone ( il suo segno zodiacale), il sole, le stelle, le camelie accanto a creazioni ispirate a Bisanzio e Venezia, città amata da Chanel, città d'acqua, luogo della rinascita da un dolore immenso (la morte di Boy Capel) e di incontri, come quello con il direttore e fondatore dei Ballets Russes, Serge de Diaghilev per il quale creerà i costumi del balletto 'Le train bleu', uno dei capolavori della coreografia del '900 firmato da Bronislava Nijinskaja.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza