cerca CERCA
Giovedì 25 Luglio 2024
Aggiornato: 18:34
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Migranti, Conte: "Ognuno costa 50 euro al giorno, alle famiglie diamo social card"

"Non voglio fare dell’Italia un hotspot europeo"

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte
19 settembre 2023 | 22.44
LETTURA: 1 minuti

"Un migrante costa 50 euro al giorno e noi diamo un euro con la social card alle famiglie? Questo è il sovranismo d'accatto di questa destra sovranista? Non sto dicendo che i migranti dobbiamo trattarli male e farli morire di fame, anche loro hanno una dignità e vanno trattati come esseri umani. Però attenzione: le famiglie con un euro al giorno, significa affamarle o no?". Così Giuseppe Conte, leader del M5S, ospite di Cinque minuti su Rai Uno si esprime sul tema dei migranti e sulle misure del governo di Giorgia Meloni.

"Il blocco navale non è realizzabile ed è una presa in giro ma non possiamo neanche dire oggi agli italiani, a noi stessi e agli europei che noi possiamo offrire accoglienza a tutti i migranti. E se non siamo in grado di offrire loro accoglienza adeguata, anche loro si ritrovano a vivere in condizioni non dignitose. E quelli che rimangono se sono in numero insostenibile non riusciranno mai a integrarsi perché il problema della migrazione è collegato all’integrazione", afferma.

Sulla gestione dell'accoglienza e dell'identificazione congiunta Ue-Italia "guardate che è un commissariamento. Gli aiuti economici che ci vengono dati per processare le richieste di prima accoglienza sono molto insidiose. Si erano fatti degli hotspot in Grecia, visto che l'Ue vuole creare dei meccanismi anche di gestione di questi hotspot, l'Ue vorrebbe mettere dei soldi e dire 'vi tenete questi hotspot'. Ma io non voglio fare dell’Italia un hotspot europeo. I rimpatri? Si fanno con accordi. Bisogna lavorare e rimboccarsi le maniche. Basta prendere in giro gli italiani e illuderli che si hanno ricette, basta prendere voti su questo tema. Queste persone sono persone disperate".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza