cerca CERCA
Lunedì 15 Luglio 2024
Aggiornato: 18:59
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Brasile

Accusato di stupro, Neymar pubblica chat

Il giocatore si difende e mostra via social i messaggi scambiati con l'accusatrice

Neymar (AFP)
Neymar (AFP)
02 giugno 2019 | 12.14
LETTURA: 3 minuti

Neymar nei guai con una pesante accusa. Una ragazza brasiliana, conosciuta tramite i social, ha denunciato per stupro alle autorità brasiliane la stella del Paris Saint-Germain. I fatti sarebbero accaduti a Parigi il 15 maggio, ma la donna ha sporto denuncia venerdì scorso una volta tornata nel suo Paese. La donna avrebbe affermato che lei e Neymar si sono conosciuti su Instagram e il campione l'avrebbe poi invitata a Parigi. Dopo una serata Neymar, ubriaco, l'avrebbe violentata in hotel.

L'attaccante del Psg ha rigettato ogni accusa e si è difeso proprio con un lungo video su Instagram, caricato poi anche sulle altre pagine social del giocatore. "Sono accusato di stupro, è una parola pesante, una cosa molto forte, ma è quello che sta succedendo in questo momento. Sono rimasto sorpreso. Chi mi conosce sa chi sono e sa che non farei mai una cosa del genere".

"D'ora in poi esporrò tutto, renderò pubblica tutta la conversazione che ho avuto con la ragazza, tutti i nostri momenti, che sono intimi, ma è necessario mostrare tutto per dimostrare che non è successo nulla. Subito dopo questo video vedrete tutti i messaggi, tutto quello che è successo quel giorno e gli altri a seguire. Quello che è successo quel giorno è stato un rapporto tra uomo e donna, entro quattro mura, qualcosa che succede ad ogni coppia. Il giorno dopo non è successo nulla di quello di cui vengo accusato, abbiamo continuato a scambiare messaggi. Mi ha chiesto un ricordo per suo figlio e stavo per prenderlo. Sono rimasto sorpreso da questo. È molto brutto, molto triste, non solo fa male a me ma a tutta la mia famiglia". Al termine delle parole di Neymar, il video prosegue con 3 minuti di immagini delle conversazioni private tra il brasiliano e la donna che lo accusa.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza