cerca CERCA
Giovedì 19 Maggio 2022
Aggiornato: 00:04
Temi caldi

A Caltanissetta desk imprese, supporto per chi dice no a racket pizzo e usura

21 aprile 2014 | 16.34
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Fornire assistenza sul piano legale, economico-finanziario e gestionale, ma anche socio-psicologico, agli imprenditori che scelgono di dire no al racket del pizzo e dell'usura. Sono alcuni dei compiti del ''desk imprese'' di Caltanissetta, attivato nell'ambito del progetto ''Caltanissetta e Caserta sicure e moderne'' - Pon Sicurezza, Obiettivo convergenza 2007-2013 - promosso dal commissario antiracket e antiusura in collaborazione con Confindustria.

Lo sportello siciliano è già operativo nella sede nissena di Confindustria Centro Sicilia, la nuova associazione di rappresentanza delle imprese di Caltanissetta, Agrigento ed Enna. Il progetto ha l'obiettivo di implementare una concreta azione di sostegno alla legalità e alla trasparenza nelle regioni Sicilia e Campania, affiancando le imprese nel percorso di denuncia e contrasto di racket ed usura.

''Con questo progetto viene attivata una rete di iniziative coordinate nei territori di Caltanissetta e Caserta, finalizzata a far percepire la legalità, non come slogan, ma come reale fattore di convenienza e di sviluppo economico - dice il direttore di Confindustria Centro Sicilia, Carlo La Rotonda - dal momento che gli operatori dei desk presenti nelle due città saranno al fianco delle imprese per fornire informazioni, ascolto e assistenza in tutte le fasi preliminari alla denuncia e per aiutarle a cogliere le opportunità derivanti dall'adozione di una vera e propria strategia di legalità''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza