cerca CERCA
Sabato 26 Novembre 2022
Aggiornato: 08:10
Temi caldi

A Milano secondo giorno di stop alle auto, documento dei sindaci al Governo. A Roma ferme le pari

29 dicembre 2015 | 09.05
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Milano senza auto

Secondo giorno di stop alle auto a Milano (FOTO), dalle 10 alle 16, all'indomani del tavolo di coordinamento convocato in Regione per mettere a punto, con Anci e i rappresentanti dei capoluoghi di provincia, gli interventi e le iniziative antismog nell'area padana. Un incontro che il governatore lombardo Roberto Maroni ha giudicato "utile e importante".

"Abbiamo definito insieme agli enti locali - ha chiarito - una serie di richieste che faremo mercoledì al governo, che vanno in particolare nella direzione di avere risorse per incentivare la rottamazione delle auto inquinanti (Euro 0, 1, 2 e 3) oltre a risorse importanti per il potenziamento delle infrastrutture del trasporto pubblico locale su rotaia. A queste si aggiungono le misure necessarie per rottamare le vecchie caldaie inquinanti. Servono interventi di incentivazione, che chiederemo al Governo mercoledì mattina". Una serie di proposte che contengono misure strutturali verranno infatti consegnate domani nelle mani del ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti a Roma.

Oggi, riferisce il Comune, la polizia locale ha eseguito 1.700 controlli e sono state 310 le violazioni riscontrate dagli agenti dalle 10 alle 16. Ieri, erano stati 1.500 i controlli e 300 le multe. Le concentrazioni di Pm10 in città nelle scorse 24 ore sono salite rispetto a domenica, giorno festivo e non feriale, in cui il traffico non era bloccato. Le concentrazioni di Pm10, che si sono attestate tra 60 e 67 microgrammi al metro cubo (contro una concentrazione tra 57 e 63 microgrammi al metro cubo nella giornata di domenica), sono risultate superiori alla soglia di 50 microgrammi al metro cubo, portando a 34 i giorni di superamento consecutivi. Il picco massimo si è registrato nella stazione di Meda (agglomerato di Milano) con una concentrazione pari a 124 μg/m3.

ROMA - Nella Capitale anche oggi circolazione a targhe alterne. A fermarsi nella Fascia Verde, informa il Comune di Roma, dalle 7.30 alle 12.30 e poi dalle 16.30 alle 20.30, sono autoveicoli e motoveicoli con targa pari. Come fa sapere la Polizia di Roma Capitale, alle 12.30 sono stati eseguiti 1672 controlli e comminate 178 sanzioni.

Consuete deroghe, tra gli altri, per i veicoli Euro 6, a metano, Gpl, con contrassegno disabili, elettrici o ibridi, car sharing, car pooling. Via libera anche per i motocicli a 4 tempi Euro 3 e per i ciclomotori a 2 ruote a 4 tempi Euro 2. I veicoli più inquinanti, ovvero auto benzina Euro 0 e 1; auto diesel fino a Euro 2; moto e motorini Euro 0 e 1, microcar diesel Euro 0 e 1, si fermeranno a prescindere dalla targa.

Così come ieri, oggi il biglietto singolo per i mezzi pubblici da 1,50 euro varrà per l'intera giornata. Atac inoltre potenzierà il servizio di trasporto. La due giorni a targhe alterne è stata disposta dal Campidoglio al posto del blocco totale del traffico dalle 10 alle 16, pensato in un primo momento.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza