cerca CERCA
Venerdì 27 Gennaio 2023
Aggiornato: 21:07
Temi caldi

Scuola: a Modena studenti a confronto su 20 anni di euro

07 maggio 2019 | 19.11
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Il Centro Studi di Banca e Finanza (Cefin) del Dipartimento di Economia Marco Biagi e Bper Banca, in occasione del ventennale dell’euro, hanno coinvolto questa mattina al Bper Forum Monzani in un’interessante e inedita esperienza formativa oltre 300 studenti provenienti dalle seguenti scuole secondarie di Modena: Liceo A. Tassoni, ITC J. Barozzi, Liceo Muratori, ITIS Corni e ITIS Fermi.

Nel corso della mattinata, i ragazzi hanno presentato le interviste da loro realizzate con imprenditori e operatori finanziari modenesi, esponendo le loro riflessioni sulle motivazioni e sui risultati economici delle scelte compiute nei vent’anni di unione monetaria. E’ intervenuto anche Michele Benvenuti della Sede di Bologna della Banca d’Italia e Silvia Menabue, dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale.

L’iniziativa è stata proposta e curata da Andrea Landi e Giuseppe Marotta, docenti del Dipartimento di Economia Marco Biagi e afferenti al Centro Studi di Banca e Finanza, e realizzata insieme agli studenti degli Istituti Barozzi e Tassoni e ai loro insegnanti, con l’obiettivo di esaminare criticamente le tematiche economiche collegate al progetto europeo e di esporre pubblicamente alla platea degli studenti delle altre scuole le ragioni della partecipazione dell’Italia all’Europa.

“Il progetto si inserisce nell’attività pluriennale del Cefin per l’educazione finanziaria rivolta ai giovani delle scuole secondarie di Modena -ha dichiarato Giuseppe Marotta, docente Unimore e direttore del Cefin-. In occasione del ventennio dell’euro, un’adeguata conoscenza delle ragioni economiche del disegno europeo, così come una corretta valutazione critica dei vantaggi e delle difficoltà che ne hanno contraddistinto il percorso di unione economica e monetaria, possono aiutare i nativi-euro a prendere decisioni di grande rilevanza per il loro futuro”.

Pietro Ferrari, presidente di Bper Banca, ha ricordato l’impegno dell’Istituto verso i giovani con iniziative di educazione finanziaria e sensibilizzazione al corretto utilizzo del denaro: “Agli studenti di oggi, nati nell’era della moneta unica, vanno fornite le conoscenze economico finanziarie che consentiranno loro di diventare cittadini europei consapevoli delle proprie scelte di consumo e di risparmio, riflettendo sui passaggi storici che hanno portato a utilizzare l’euro e ad adottare regolamentazioni uniformi".

"Per questa ragione desideriamo creare collaborazioni sempre più strette con scuole e Università e promuovere occasioni di scambio e di formazione”, ha concluso Ferrari.

Il progetto del Centro Studi di Banca e Finanza (Cefin) del Dipartimento di Economia Marco Biagi dell’Università di Modena e Reggio Emilia, avvalendosi dell’esperienza didattica e scientifica dei suoi componenti, ha promosso negli ultimi anni numerosi percorsi di educazione finanziaria.

A partire dall’anno scolastico 2017/2018 ha avviato una collaborazione nell’ambito della Terza missione con il liceo classico e linguistico Muratori-San Carlo di Modena, per la promozione di un programma di alternanza scuola-lavoro incentrato sull’educazione finanziaria.

Bper Banca da diversi anni è particolarmente attenta alle tematiche relative alla responsabilità sociale di impresa, con focus particolari rivolti ai giovani e agli studenti, pilastri della società di domani. A questo scopo, sono stati organizzati o sponsorizzati diversi incontri di formazione per aiutare le nuove generazioni a comprendere in maniera semplice e costruttiva i principi cardine dell’economia, ma anche per sensibilizzarle a un uso corretto del denaro nella vita quotidiana.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza