cerca CERCA
Domenica 01 Agosto 2021
Aggiornato: 17:54
Temi caldi

Musica: a New York dirige Casellati, e al concerto si va in jeans

05 luglio 2017 | 20.06
LETTURA: 4 minuti

alternate text

Ha tutte le caratteristiche di un evento eccezionale quello di domani alle 18 al Central Park di New York. Il maestro Alvise Casellati salirà sul podio per dirigere brani del repertorio operistico italiano nell'ambito del 'Central Park Summer Concert' che avrà l''insolito' dress code 'casual'. Una scelta di Casellati per far tornare l'opera italiana pop, nel senso di popolare.

"L'obiettivo - spiega il direttore d'orchestra, reduce dal successo della 'Turandot' al Teatro Carlo Felice di Genova - è quello di avvicinare i giovani alla musica classica attraverso un concerto offerto a tutti i newyorkesi, perché la musica classica e l'opera italiana tornino ad essere come una volta la musica di tutte le generazioni. Dirigerò un programma con i brani più popolari di Rossini, Bellini, Verdi, Puccini, Mascagni e la 'prima esecuzione' del contemporaneo, pupillo di Nino Rota, il maestro Scardicchio, che ha dedicato una nuova composizione a questo evento. L'orchestra sarà formata da giovani studenti e laureati delle prestigiose scuole di musica newyorkesi, come la Manhattan School of Music, Juilliard etc. Accanto ai giovani orchestrali ci saranno delle giovani star dell'opera a rappresentare la migliore testimonianza di come l'opera faccia già parte del mondo giovanile".

"Mi piacerebbe – continua Casellati - che i più giovani ascoltassero con lo stesso entusiasmo la 'Vita spericolata' di Vasco Rossi, Lady Gaga e il 'Nessun dorma' di Giacomo Puccini. Ma troppo spesso i canali di comunicazione di oggi favoriscono la musica pop perché appare di più facile e immediato ascolto. E allora iniziative come questa cercano di riportare l'opera e la classica alla portata di tutti, ai livelli di quella popolarità che merita. Sarà per me una grande soddisfazione se dopo il concerto sentirò anche solo un giovane dire che non avrebbe mai pensato che l'opera e la musica classica gli potessero piacere così tanto. New York - conclude - ha accolto la mia iniziativa con molto entusiasmo sostenendo l'organizzazione e la comunicazione. Un omaggio all'Italia e al nostro 'genio' che fa bene al cuore".

Il Concerto ha il patrocinio del Consolato italiano e dell'Istituto Italiano di Cultura, da anni impegnato a valorizzare le iniziative culturali di qualità che battono bandiera italiana. Parteciperà anche il compositore di origini baresi Nicola Scardicchio che, cogliendo l’importanza del messaggio che partirà da Central Park per coinvolgere anche i giovani, ha composto la 'Baphomet Overture', immaginandosi Da Ponte (il celebre librettista mozartiano che fu professore alla Columbia University di New York) in passeggiata a Central Park con Mozart.

A credere in questo progetto, molte aziende americane e italiane: FIAC un'importantissima Fondazione americana che promuove da anni la cultura e l’arte italiana in America, Brooks Brothers azienda d’abbigliamento leader in America da quasi 200 anni che per l’occasione vestirà il cast, Eni, sensibile da sempre alle iniziative culturali, ACP Group e The Alexander Bodini Foundation.

Accanto a queste grandi aziende altre eccellenze italiane hanno voluto associare la loro immagine a quella di Central Park Summer Concert: Eataly, catena del food made in Italy nota in tutto il mondo e Jazz at Lincoln Center, che hanno curato la promozione dell'evento sposandone la causa. E ancora: Bel Real Estate Group, gruppo immobiliare attivo in Italia e all'estero; Gruppo farmaceutico Bracco, da sempre in prima fila per supportare la musica di qualità; il Gruppo Cremonini, azienda italiana con 20.000 dipendenti impegnati nella ristorazione; Urbani Truffles, leader mondiale nella produzione dei tartufi; la Manhattan School of Music e Harvard Law School Association di New York. Infine Ubooker, start-up americana che sta rivoluzionando il mondo della moda e la Eduardo & Antonella Salvati Foundation.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza