cerca CERCA
Lunedì 25 Ottobre 2021
Aggiornato: 03:42
Temi caldi

A. Saudita: no commesse in gioielleria, inadatte a difendere i preziosi (2)

27 febbraio 2014 | 13.08
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - Nel paese di re Abdullah le donne non possono lavorare nelle gioiellerie neanche se proprietarie delle attivita'. A causa del divieto, i negozi sono gestiti da loro parenti. La maggior parte delle donne che lavorano in questo settore sono impiegate come designer. Una svolta in questo campo, tuttavia, sembra vicina. La stessa Camera di Commercio di Riad ha di recente completato un programma di formazione per 17 commesse sui metodi di vendita di gioielli.

Pur tra mille difficolta', le saudite si stanno facendo timidamente strada nel mondo del lavoro, anche se quelle con un impiego ancora non superano il 15%. Le donne del regno continuano ad aver bisogno del consenso di un 'tutore' -che sia il marito, il padre, il fratello o persino un figlio- per viaggiare all'estero, sposarsi e di fatto gestire parte della vita quotidiana.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza