cerca CERCA
Sabato 22 Gennaio 2022
Aggiornato: 12:57
Temi caldi

Moda: a White crescono i buyer stranieri, +14% rispetto a 2016

27 febbraio 2017 | 18.46
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Massimiliano Bizzi, Cristina Tajani, Giuseppe Sala

In aumento i buyer stranieri per White, che si conclude oggi a Milano. Si tratta di un incremento del 14% su una crescita generale dei visitatori del 4% e del 6% dei compratori rispetto all'edizione di febbraio 2016. La rassegna ha portato sulla scena 511 marchi per 20mila mq di superficie espositiva, di cui 145 provenienti dall’estero e 189 new entry, sottolineando il valore creativo del Tortona Fashion District, anche in previsione dei grandi cambiamenti che coinvolgeranno Milano e le manifestazioni di moda a settembre 2017 (White si terrà dal 17 al 19).

"L’energia profusa a ogni edizione del salone e la volontà di fare sistema al fianco delle istituzioni milanesi, sono il motore che ci fa raggiungere nuovi traguardi a ogni stagione - afferma Massimiliano Bizzi, fondatore di White - A maggior ragione in vista del grande appuntamento del prossimo settembre, quando saremo tutti coinvolti con un programma unitario di 10 giorni che riunirà tutte le espressioni del fashion system e che renderà Milano il propulsore della moda, con White e il Tortona Fashion District in prima fila".

I tre giorni della kermesse hanno visto tra gli highlight del salone il design cosmopolita di Laura Bihl e del suo brand Sainte Courtisane, vincitrice della quinta edizione del Premio Ramponi; l’excursus creativo di Lucio Costa, evidenziato dall’installazione So Lucio! alla My Own Gallery e il talento di Irma Cipolletta, premiata con l’Inside Award da Sofia Tchkonia, direttore creativo della Mercedes-Benz Fashion Week di Tbilisi.

Le aree speciali hanno sottolineato la vocazione internazionale del salone, ospitando, con allestimenti dedicati, le espressioni creative provenienti dal Kazakhstan, i talenti del fashion portoghese, del Belgio, e Sofie D’Hoore, il design francese ma prodotto in Italia di Pierre-Louis Mascia, accanto al made in Italy di Labo.Art, di Stefano Mortari, Faliero Sarti e di OOF.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza