cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 17:39
Temi caldi

Aborto al settimo mese, arrestata per infanticidio 20enne pescarese

24 aprile 2014 | 18.12
LETTURA: 1 minuti

alternate text

Una ventenne di Civitaquana, in provincia di Pescara, e' stata arrestata, su disposizione del gip Maria Carla Sacco, con l'accusa di infanticidio. Secondo quanto accertato dagli investigatori, la ragazza, arrivata al settimo-ottavo mese di gestazione, con l'aiuto di alcuni conoscenti, forse un ginecologo e un infermiere in pensione, nel periodo compreso tra fine gennaio e metà febbraio, avrebbe abortito con la conseguente morte del neonato.

Il tutto sarebbe avvenuto in una struttura non accreditata dal servizio sanitario. La ventenne, sottoposta a misura cautelare in carcere per infanticidio fin dal 3 aprile scorso, era sposata con un 28enne di origine marocchina dal quale si era poi separata. Stando alle indagini, la giovane avrebbe poi proceduto ad occultare il feto con la complicità di altre persone.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza