cerca CERCA
Martedì 26 Ottobre 2021
Aggiornato: 08:24
Temi caldi

Il presidente Ciucci, ridotti i tempi di trasporto per la direttrice Tirreno-Adriatico

Abruzzo: Anas, aperta al traffico la variante di Quadri

15 aprile 2014 | 19.29
LETTURA: 3 minuti

alternate text

L'Anas ha aperto al traffico la variante di Quadri sulla strada statale 652 ''Fondo Valle Sangro'', nel tratto compreso tra la stazione di Gamberale e la stazione di Civitaluparella, in provincia di Chieti, dopo aver concluso i lavori di sistemazione del versante sul quale si sono registrati movimenti superficiali, lo scorso mese di gennaio, che hanno costretto a un rinvio dell'inaugurazione.

''Il nuovo tratto stradale - ha affermato il presidente dell'Anas Pietro Ciucci - consentirà di evitare l'attraversamento del centro abitato del Comune di Quadri, decongestionando un'area interessata prevalentemente da automezzi pesanti, che transitano sulla direttrice 'Tirreno-Adriatico' con un conseguente incremento dei livelli di sicurezza, sia per gli utenti della strada statale, sia per i residenti del centro urbano stesso''.

''Inoltre - ha proseguito Pietro Ciucci - la variante porterà beneficio alle aziende industriali e manifatturiere della Val di Sangro, grazie alla riduzione dei tempi di trasporto delle merci e consentirà al traffico turistico proveniente dalla regione Puglia, nonché alle utenze provenienti dall'autostrada A14 ''Adriatica'', di ridurre i tempi di percorrenza necessari per il raggiungimento del comprensorio sciistico di Roccaraso-Castel di Sangro''.

Il nuovo tratto stradale, realizzato a carreggiata unica con una corsia per senso di marcia, è lungo 2,2 km e fa parte di un progetto di realizzazione di oltre 5 km del nuovo collegamento tra la stazione di Gamberale e la stazione di Civitaluparella.

La nuova opera si sviluppa quale naturale prolungamento della strada statale esistente, sul lato della strada statale 16 Adriatica, e si interconnette con la strada provinciale Sangritana sull'attuale svincolo di Civitaluparella, al km 38,200. All'estremità opposta del lotto stradale (lato Isernia) è stato previsto uno svincolo con innesto a raso sulla strada provinciale ''Sangritana'', completo di isole spartitraffico e impianto di illuminazione.

La sezione stradale adottata è costituita da due corsie da 3,75 metri, una per senso di marcia, e da due banchine laterali da 1,50 metri, per una larghezza complessiva della piattaforma stradale di 10,50 metri. Data la natura e l'orografia dei terreni attraversati, si è reso necessario realizzare importanti opere d'arte quale la galleria naturale San Marco 1 (di 1553 metri), la galleria artificiale San Marco 2 (di 86 metri) e il viadotto Sangro (di 346 metri).

In particolare, nella galleria naturale ''San Marco'', a doppio senso di marcia e dotata di impianti di sicurezza all'avanguardia, la carreggiata stradale che misura una larghezza pari a 8 metri, è affiancata da marciapiedi pedonali rialzati sia a destra che a sinistra.

Il viadotto ''Sangro'', posto a scavalco del fiume e della linea ferroviaria ''Sangritana", è stato realizzato con una struttura mista in acciaio e calcestruzzo ed è costituito da una travata continua a cinque campate. L'impalcato ha un'altezza variabile da 3 a 5 metri in corrispondenza dell'asse pila. Il costo complessivo dell'intervento ammonta a oltre 40 milioni di euro finanziati interamente con fondi Anas.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza