cerca CERCA
Mercoledì 04 Agosto 2021
Aggiornato: 00:49
Temi caldi

Tlc: accordo Acea-Open fiber, a Roma fibra fino a 1,2 mln di case

03 agosto 2017 | 18.06
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Un accordo industriale e strategico che prevede l'arrivo di una rete in fibra nelle case di oltre un milione di romani: protagonisti della partnership sono Open Fiber, la società partecipata da Enel e Cdp, e Acea, in qualità di fornitore di infrastruttura. A firmare oggi il Mou, Memorandum of understanding, sono stati l'ad di Acea Stefano Antonio Donnarumma e l'ad di Of, Tommaso Pompei, presenti i presidenti delle società Luca Lanzalone e Franco Bassanini (VIDEO).

"Roma è un tassello fondamentale per la nostra strategia di sviluppo nelle aree a successo di mercato", ha detto Pompei spiegando che a regime la banda ultralarga arriverà a 1 mln 200mila/1 mln 300mila unità abitative nell'ottica di un target di copertura all'80%. L'investimento di Open Fiber sarà di circa 400 milioni mentre la ricaduta di occupazione per l'indotto è prevista in 1.500 posti.

I tempi per il completamento della rete sono tra i quattro e i cinque anni, ma appena saranno coperti quartieri o aree del territorio significative potrà cominciare la vendita del servizio. "Ai clienti finali - spiega l'ad di Acea - venderemo servizi che le nuove opportunità di mercato renderanno possibili" mentre Of fornisce servizi di rete in modalità wholesale.

Il presidente di Open Fiber, Franco Bassanini, ricorda come la società ha una "tradizione" che la porta a collaborare con l'utility locale e soprattuto l'utilizzo della modalità tecnologica di Fiber to the home: il che significa che porta la fibra fino alla casa dell'utente, "modalità che quasi nessuno offre" e che viceversa "rende agevole utilizzare la rete sia in download che in upload".

Il Mou tra Open Fiber e Acea, con durata fino al 31 dicembre 2017, configura il ruolo di Acea come fornitore di infrastrutture: in particolare è previsto che l'utility concedal l'utilizzo dell'infrastruttura a Of fornendo i dati cartografici e il supporto necessario all'individuazione delle infrastrutture per la realizzazione della rete.

Acea potrà contribuire anche alla realizzazione fisica dell'infrastruttura: "la nostra rete già in parte potrà utilizzare i cavi di Open Fiber - spiega l'ad - e nei prossimi anni abbiamo progetti che ci consentiranno di farlo", il tutto "per fare di Roma una città sempre piu' all'avanguardia a livello tecnologico".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza