cerca CERCA
Venerdì 05 Marzo 2021
Aggiornato: 14:01
Temi caldi

Addio a Piero Tosi, il costumista di Visconti che disse no a Kubrick

10 agosto 2019 | 13.51
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Piero Tosi (Fotogramma) - FOTOGRAMMA
(AdnKronos)

Si è spento oggi a Roma il costumista Piero Tosi. Ne dà notizia con un post sul suo profilo facebook la Fondazione Franco Zeffirelli: "Ci ha lasciato oggi Piero Tosi, amico di una vita del Maestro e suo collaboratore fin dagli esordi della sua carriera. L’Oscar alla Carriera del 2014 corona una vita di collaborazioni con i più grandi registi del cinema italiano e tutti i suoi grandi costumi sono stati elaborati e sono custoditi dalla sartoria Tirelli Costumi. Sarà seppellito nella tomba di famiglia di Franco Zeffirelli, accanto al Maestro e a Anna Anni, suoi amici di sempre dai tempi dell’Istituto d’Arte di Porta Romana".

Tosi era nato a Sesto Fiorentino il 10 aprile del 1927 ed è stato il costumista del grande cinema italiano. Firmò infatti gli abiti dei capolavori di Luchino Visconti, sia quelli del grande schermo (da 'Bellissima' e 'Senso', fino al 'Gattopardo' e 'L'innocente'), sia per il teatro, quello di prosa e lirico. 'Vestì' anche diverse pellicole di Federico Fellini, Dino Risi, Mario Monicelli, Mauro Bolognini, Lina Wertmuller, Liliana Cavani, Pier Paolo Pasolini, Vittorio De Sica e, naturalmente, Franco Zeffirelli.

Celebre il suo "no" a Stanley Kubrick che lo voleva per i costumi di 'Barry Lyndon'. Ma Tosi non amava viaggiare in aereo e non parlava l'inglese, e quindi rifiutò. Per molti anni ha insegnato alla Scuola nazionale di cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, che gli ha dedicato 'L'abito e il volto - Incontro con Piero Tosi', un doc diretto da Francesco Costabile che ha ottenuto il Premio del Pubblico al Biografilm Festival. Inoltre, tra ottobre 2014 e gennaio 2015 Palazzo Pitti a Firenze gli ha dedicato un'ampia mostra che esponeva una quindicina di abiti di scena. Tosi infine ha collaborato con molte sartorie teatrali. Tra queste, quella di Umberto Tirelli che custodisce i suoi costumi teatrali e cinematografici.

"Piero... ho saputo ora che te ne sai andato. Sei stato quasi per 30 anni da quando ero assistente alla regia ai miei grandi successi uno dei miei punti di riferimento. Grazie a te ho preso tante decisioni importanti. Grazie dei tuoi consigli. Sei stato un faro per tanti. Io mi sento molto fortunato... mi mancheranno le nostre lunghe telefonate... mi mancherai... ma ti sentirò sempre molto vicino. È stata una grande fortuna averti nella mia vita... Ti sia lieve la terra". Così il regista Ferzan Ozpetek ricorda su Facebook il costumista scomparso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza