cerca CERCA
Lunedì 17 Maggio 2021
Aggiornato: 22:30
Temi caldi

La polemica

Adinolfi contro il panda Po: "Lavaggio del cervello gender ai bimbi in Kung Fu Panda"

14 marzo 2016 | 15.29
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Po, il panda protagonista della serie 'Kung Fu Panda', e Mario Adinolfi, giornalista candidato a sindaco di Roma per il Pdf e autore di 'Voglio la mamma' (credits: 20th Century Fox /Dreamworks /Youtube /Fotogramma)

Il panda Po finisce nel mirino di Mario Adinolfi. Secondo il giornalista e candidato a sindaco di Roma per il 'Partito della Famiglia', dietro le vicende del protagonista della fortunata serie 'Kung Fu Panda' - che nel terzo capitolo si ritroverà ad avere due padri, uno biologico e l'altro adottivo - si nasconderebbe infatti un messaggio a 'tinte gender' in grado di influenzare le menti dei più piccini: "Volete capire - ha scritto oggi Adinolfi in un post su Facebook, annunciando l'argomento della nuova puntata del programma di Radio Maria 'Il mormorio di un vento leggero' - come si fa il lavaggio del cervello gender ai bambini? Ad esempio con il protagonista di Kung Fu Panda che ha due papà".

Quasi unanime la reazione dei commentatori, pochi sostenitori della tesi e una valanga di sfottò: "E sul passaggio della sigla di Heidi dove si dice "le caprette ti fanno ciao" non è forse un invito non troppo celato al consumo di funghi allucinogeni e droghe? Quindi non va bene neanche Lady Oscar? E Georgie che corre felice sui prati?". Ma c'è anche chi approva, e segnala nuovi casi: "Oggi a Beautiful - commenta Elena - maternità surrogata".

Adinolfi e la pubblicità fake: "Grave l'affissione col mio volto e il mio corpo nudo"

Volete capire come si fa il lavaggio del cervello gender ai bambini? Ad esempio con il protagonista di Kung Fu Panda che ha due papà. Ne parliamo a Radio Maria ne Il Mormorio di un vento leggero

Pubblicato da Mario Adinolfi su Lunedì 14 marzo 2016

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza