cerca CERCA
Mercoledì 30 Novembre 2022
Aggiornato: 17:43
Temi caldi

Aerei più silenziosi ed efficienti per Lufthansa

29 luglio 2014 | 15.31
LETTURA: 4 minuti

Obiettivo, ridurre i disagi per chi vive in prossimità degli aeroporti

alternate text

Le compagnie aeree del Gruppo Lufthansa stanno fissando gli standard globali in tema di mobilità responsabile ed elemento chiave è la riduzione attiva del rumore stando a quanto emerge dal bilancio di sostenibilità 2014 dedicato al tema "Verso il futuro, più tranquillamente". Negli ultimi 15 anni, la compagnia è stata membro attivo dell'alleanza di ricerca "Traffic Quiet" e come parte di questa iniziativa gestita dal Centro Aerospaziale Tedesco, ha indagato le cause del rumore e le opportunità di ridurle.

Obiettivo, ridurre i disagi per chi vive in prossimità degli aeroporti. Un fattore essenziale nella riduzione del rumore è costituito dall'investimento in aeromobili più silenziosi e più efficienti. E' infatti in corso il più grande programma di rinnovamento della flotta del gruppo Lufthansa, con un ordine di 59 Boeing 777-9X e Airbus A350-900.

Il nuovo aeromobile sarà dotato di motori speciali per la riduzione del rumore, la cui "footprint" sarà almeno del 30% inferiore a quello di aeromobili di oggi. I 100 aerei della famiglia A320neo, che il Gruppo ha ordinato tra marzo 2011 e marzo 2013, dimezzeranno l'impronta del rumore durante il decollo e l'atterraggio.

Lufthansa sta investendo nella tecnologia di riduzione del rumore anche sugli aeromobili più vecchi della flotta. Nel febbraio 2014, è diventata la prima compagnia aerea al mondo a ricevere un Airbus A320 dotato di generatori di vortice. Questo renderà i 157 aeromobili della flotta esistente e gli oltre 40 nuovi A320 ordinati notevolmente più silenziosi. Le misurazioni effettuate hanno mostrato che i generatori di vortici eliminano due toni sgradevoli e pertanto riducono il rumore totale generato in volo in fase di avvicinamento fino a quattro decibel.

Le compagnie del Gruppo Lufthansa non sono solo più silenziose, però, ma consumano anche meno cherosene: nel 2013, il consumo medio era di 3,91 litri di cherosene per passeggero ogni 100 km, il 3,8% in meno rispetto all'anno precedente. Un nuovo record è stato fissato scendendo sotto il segno di quattro litri. Per la seconda volta di fila è anche diminuito il consumo di carburante assoluto. Nel 2013, il Gruppo ha consumato 114.152 tonnellate di carburante in meno rispetto all'anno precedente, evitando l'emissione di oltre 350.000 tonnellate di Co2 in atmosfera.

Questa cifra rappresenta all'incirca la quantità emessa ogni anno dagli impianti di riscaldamento a gasolio nelle case di 50.000 famiglie. I 59 Boeing 777-9X e Airbus A350-900 ordinati useranno una media di soli 2,9 litri di cherosene per passeggero ogni 100 km.

Il Gruppo Lufthansa è anche partner attivo nello sviluppo della ricerca accademica in tema di tutela ambientale. Per 20 anni, ha infatti sostenuto diversi progetti di ricerca sul clima ed effettuato oltre 24.000 voli di misurazione per il progetto Mozaic sul miglioramento delle previsioni del clima e meteo.

Sul fronte risorse umane, nel 2013 il Gruppo ha incrementato la percentuale di donne nelle posizioni manageriali in Germania al 16,7%, rispetto al 15,5% dell'anno precedente e punta sulla formazione: attualmente sono disponibili, per il 2015, 380 posti di tirocinio in 20 percorsi di carriera, che vanno dal cuoco al meccanico aeronautico.

Tra i riconoscimenti ottenuti, l'iniziativa di mobilità elettrica E-Port An, che vede il Gruppo Lufthansa tra i partecipanti e che è promossa dallo stato federale di Hesse, ha vinto il Tec Award nella categoria aviazione a maggio 2014 e, sempre nel 2013, è stato incluso negli indici di sostenibilità Ftse4Good e Ethibel Excellence Investment Register, così come nei due indici di sostenibilità compilati dall'agenzia di rating Ecpi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza