cerca CERCA
Giovedì 19 Maggio 2022
Aggiornato: 10:33
Temi caldi

Aeroporti: Nascosti (Fi), Regione ceda le sue quote in Adf

27 febbraio 2014 | 14.41
LETTURA: 3 minuti

''Il mercato sta facendo quel che il centrosinistra non è riuscito a fare: creare la holding degli aeroporti toscani, unica strada per restare al passo con i tempi e competere con gli altri scali. Adesso la Regione colga l'occasione e venda il suo pacchetto azionario di Adf, ma ancora prima dica una parola definitiva e di chiarezza sulla nuova pista di Peretola. E' finito il tempo delle 'ammuine' e dei rimpalli di responsabilità''. Così Nicola Nascosti, consigliere regionale di Forza Italia, a commento della notizia dell'acquisizione del pacchetto azionario di Aeroporto di Firenze sino ad oggi detenuto da Aeroporti Holding da parte di Cedicor, controllante del gruppo argentino Corporacion America.

''L'operazione avviata dal gruppo dell'imprenditore argentino Eurnekian - già attivo nel settore aeroportuale - rassicura sotto il profilo dell'esperienza, dell'affidabilità e delle prospettive. Con le acquisizioni dei pacchetti di Sat e Adf si va a creare di fatto quella auspicata sinergia tra i due scali toscani, ma perché si raggiunga l'obiettivo principale - fare della Toscana il terzo hub nazionale - è necessario che Peretola si doti della nuova pista, che o è di 2400 metri, o non è'', incalza il consigliere regionale, che sulla questione ha annunciato la presentazione di una interrogazione urgente. Interrogazione nella quale si chiede anche se la Regione ha intenzione di cedere il suo pacchetto azionario, pari a circa il 5%, acquisito nel 2012.

''Smettendo i panni dell'azionista la Regione realizzerà una plusvalenza di oltre un milione di euro - le circa 445mila azioni furono comprate a 11 euro, contro un valore attuale di circa 13,3, euro - che chiediamo sia destinata a misure di sostegno alla piccola e media impresa, e inoltre tornerà ad assolvere al suo compito: la pianificazione territoriale. L'integrazione societaria - conclude Nascosti - c'è già nei fatti, adesso chi ha l'onere di darle gli strumenti per competere sul mercato lo faccia senza esitazioni o tentennamenti''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza