cerca CERCA
Martedì 24 Maggio 2022
Aggiornato: 12:12
Temi caldi

Afghanistan, arrivati a Fiumicino altri 211 evacuati da Kabul

22 agosto 2021 | 08.02
LETTURA: 2 minuti

Nella giornata di oggi 367 persone sono state evacuate da Kabul a bordo degli aerei dell'Aeronautica Militare

alternate text

Un KC 767 dell'Aeronautica Militare è atterrato oggi a Fiumicino con a bordo 211 persone che erano state evacuate da Kabul la scorsa notte con due C 130J. Nella nottata un altro C130J è decollato da Kabul con a bordo 103 per rientrare in Kuwait.

Nella giornata di oggi 367 persone sono state evacuate da Kabul a bordo dei C130J dell'Aeronautica Militare. Altri 800 circa sono già pronti per essere imbarcati sui prossimi voli in partenza dalla capitale afghana. Sono 2497 i cittadini afghani evacuati dall’inizio dell’operazione Aquila.

Nella mattinata di domani – fa sapere la Difesa - giungerà a Fiumicino un KC 767 con a bordo i cittadini afghani evacuati nel pomeriggio di oggi. Dal giugno scorso, quando con l’operazione Aquila 1 furono portati nel nostro Paese 228 afghani, sono circa 3.000 i cittadini messi in sicurezza, 1701 (di cui 454 donne e 546 bambini) dei quali sono giunti in Italia negli ultimi 7 giorni.

La Difesa ha messo in campo per l’operazione Aquila Omnia, pianificata e diretta dal Comando Operativo di Vertice Interforze (Covi), comandato dal generale Luciano Portolano, otto aerei, quattro KC767 che si alternano tra l’area di operazione e l’Italia e quattro C130J, dislocati in Kuwait, da cui parte il ponte aereo per Kabul. Sono oltre 1500 i militari italiani del Covi impegnati su disposizione del ministro della Difesa Lorenzo Guerini in questa complessa operazione per il ponte aereo Roma-Kabul.

TELEFONATA TRA GUERINI E SEGRETARIO DIFESA USA AUSTIN - "La solidità del rapporto Italia Usa emerge anche nella drammatica crisi a Kabul. Grazie alla stretta cooperazione tra le nostre forze armate stiamo mettendo in atto, insieme alle rispettive missioni diplomatiche, sforzi massicci per assistere i connazionali e gli afghani che hanno lavorato con le nostre istituzioni e organizzazioni”. Così il ministro Guerini nella telefonata intercorsa questa sera con il segretario della difesa degli Stati Uniti d'America Lloyd Austin.

Nel colloquio - fa sapere una nota della Difesa - si è parlato degli sviluppi in Afghanistan e della collaborazione tra il Pentagono e il Ministero della Difesa in atto a Kabul finalizzata principalmente in queste ore alle massicce attività di evacuazione in corso, anche attraverso la concessione dell'utilizzo delle basi presenti in Italia. Uno scambio di idee sulle azioni necessarie per assicurare in sicurezza e con efficacia il flusso di partenze da Kabul.

Nella telefonata il segretario della Difesa Austin ha ringraziato l’Italia per il prezioso lavoro che il nostro personale sta svolgendo insieme agli americani e alle altre nazioni affinché le operazioni di evacuazioni procedano positivamente. Il ministro Guerini ha ringraziato il segretario Austin per la messa in sicurezza dello scalo afghano che consente alle varie missioni nazionali di attuare il dispositivo di evacuazione pur in un contesto compromesso e instabile.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza