cerca CERCA
Lunedì 24 Gennaio 2022
Aggiornato: 21:54
Temi caldi

A Foggia

Aggredisce donna in strada (per finta), ecco la reazione della gente

28 maggio 2017 | 11.47
LETTURA: 4 minuti

alternate text
(Fermo immagine dal video)

Due attori, un uomo e una donna, simulano per strada una lite di coppia e in particolare l’aggressione, verbale e fisica, e le ripetute minacce del fidanzato alla ragazza. E' l'esperimento sociale del magazine 6Donna, unico mensile di genere della Puglia, che mostra in un video la reazione dei foggiani davanti all’aggressione. La campagna, partita sui social, in occasione della terza edizione del Premio 6Donna, è denominata #nonvoltarelatestadallaltraparte ed è stata realizzata grazie alla collaborazione della Questura di Foggia, per indagare il modo in cui la collettività reagisce davanti alla violenza di genere, sia essa verbale o fisica.

"Il grado di indifferenza e il livello di assuefazione alla violenza in una città non possono essere calcolati con una formula empirica, ed il mensile 6Donna non aveva in alcun modo la presunzione di fornire dati statistici - precisa la redazione - quanto piuttosto l'intenzione di stimolare una riflessione collettiva".

In una mattina di marzo, in alcune strade trafficate della città, due attori professionisti, Mariangela Conte e Carlo Baldassini del Cut-Teatro della Polvere del capoluogo dauno, hanno simulato l’aggressione in strada. Grazie a due telecamere nascoste, il video mostra le reazioni dei passanti davanti a scene di ordinaria violenza: a fermarsi per prestare aiuto alla donna in difficoltà è stata, in media, 1 persona su 9, per lo più persone adulte, mentre tanti, soprattutto i più giovani, hanno preferito tirare dritto.

“Abbiamo deciso di ‘mettere alla prova’ i foggiani - spiega il direttore responsabile di 6Donna, Maria Grazia Frisaldi - si è trattato di un ‘esperimento’, un bilancio della nostra attività per capire quanto è stato fatto e quanto ancora c’è da fare. Ovviamente con questo video non vogliamo apporre alcuna etichetta negativa alla città, ma evidenziare una tendenza generale e adeguare, di conseguenza, il nostro impegno di magazine di genere nell’ottica di un obiettivo comune”.

Il video, oltre alla diffusione sui canali social di 6Donna, sarà mostrato nell’ambito di incontri sul tema e conferenze, soprattutto nelle scuole e nei centri di aggregazione giovanile. Il video ha già ottenuto migliaia di visualizzazioni e generato reazioni e commenti, soprattutto indignazione. Mostrato agli studenti di alcune scuole della città, ha innescato un vivace confronto, con spunti interessanti e profondi.

“Si tratta dell’ennesimo tassello - conclude l’editore Franco Di Gemma - di un impegno che da anni la redazione del mensile 6Donna porta avanti in città: con strumenti e linguaggi diversi teniamo alta l’attenzione sul fenomeno della violenza sulla donne, orientando l’impegno del magazine in attività di sensibilizzazione sulla parità di genere che, sin dagli albori, rappresenta la mission del giornale. Se, grazie a questo video, anche una sola persona non girerà la testa dall'altra parte quando vedrà una scena come questa, vorrà dire che è stato un successo”. 

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza