Cerca

M.O.: Anp, iniziativa Netanyahu minaccia negoziati di pace

POLITICA

(Aki) - La richiesta del premier israeliano Benjamin Netanyahu ai suoi ministri di interrompere ogni contatto con le controparti palestinesi ostacola "una risposta costruttiva alle minacce con cui si confronta il processo di pace". Lo ha detto Ehan Bseiso, portavoce dell'Autorita' nazionale palestinese (Anp). "Questa decisione minaccia tutti gli sforzi internazionali per ridare slancio ai negoziati e per una risposta costruttiva alle minacce con cui si confronta il processo di pace", ha detto Bseiso, citato dal Jerusalem Post.


Il portavoce ha aggiunto che gli incontri ministeriali israelo-palestinesi in settori non attinenti la difesa o i negoziati di pace sono rari, ma l'Anp teme che la mossa di Netanyahu sia un preludio a sanzioni economiche. La decisione del primo ministro dello stato ebraico e' arrivata dopo che l'Anp ha presentato richiesta di ammissione come stato membro a 15 agenzie delle Nazioni Unite.

Intanto Hamas, che controlla la Striscia di Gaza, ha chiesto all'Anp e al suo presidente Mahmoud Abbas di "porre fine a ogni forma di negoziato e coordinamento di sicurezza con l'occupazione israeliana e di adoperarsi per una mobilitazione regionale e internazionale che ne sancisca l'illegittimita'". "Il passo di Netanyahu conferma la credibilita' della posizione di Hamas rispetto ai negoziati e al pericolo di portarli avanti a qualunque costo ed e' uno schiaffo in faccia a tutti coloro che scommettevano sul successo del processo di pace con il nemico israeliano", ha dichiarato in una nota il portavoce di Hamas Fawzi Barhoum.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.