Home . AKI Italiano . Sicurezza . Siria: appello di Ocalan a curdi di Turchia, andate a combattere l'Is

Siria: appello di Ocalan a curdi di Turchia, andate a combattere l'Is

Leader Pkk accusa governo di Ankara, negozia con jihadisti ma non con noi

SICUREZZA
Siria: appello di Ocalan a curdi di Turchia, andate a combattere l'Is

"Tutto il nostro popolo (curdo, ndr) deve modificare la sua vita in linea con l'intensificarsi della guerra in corso in Kurdistan. Non è solo il popolo di Rojava (il Kurdistan siriano, ndr), ma anche il popolo del Nord e di altre parti del Kurdistan a dover agire di conseguenza". Con questo appello il leader dei militanti curdi del Pkk, Abdullah Ocalan, ha invitato i curdi di Turchia e degli altri paesi vicini a varcare la frontiera con la Siria e combattere contro i jihadisti dello Stato islamico (Is), che assediano città e villaggi sul confine.


Il messaggio di Ocalan, che si trova in un carcere di massima sicurezza su un'isola al largo di Istanbul, è stato diffuso dal suo avvocato, Mazlum Dinc, che ieri è andato a trovarlo in cella. Secondo l'avvocato, citato dall'agenzia 'Firat' vicina al Pkk, Ocalan ha chiesto ai curdi di "avviare una mobilitazione di massa e una resistenza" contro l'Is.

Ocalan si è espresso anche sul rilascio dei 49 ostaggi turchi dell'Is, avvenuto la scorsa settimana. "Lo Stato turco - ha accusato il leader carismatico del Pkk - ha ammesso pubblicamente di aver negoziato con l'Is, mentre ha fallito nell'avviare un processo di negoziato per la soluzione della grave questione curda".

Per Ocalan, il processo di pace con il Pkk annunciato dal governo turco a marzo dello scorso anno non ha in realtà fatto finora alcun passo avanti concreto per mancanza di volontà di Ankara.

La scorsa settimana il Pkk aveva già diffuso un comunicato con il quale invitava i giovani del sudest della Turchia ad "andare a Kobane (la città siriana di Ayn al-Arab assediata dall'Is, ndr) e prendere parte alla resistenza storica e degna d'onore". Secondo gli attivisti dell'Osservatorio siriano per i diritti umani, sono già diverse centinaia i curdi turchi arrivati in Siria per combattere contro l'Is.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.